rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

Cocaina nei pantaloncini preso trafficante francese

Veniva da Santo Domingo e viaggiava con un trolley. Inchiodato dal fiuto dei cani antidroga

Nascondeva la coca nei pantaloncini da ciclista. Li indossava sotto i vestiti per rendere i panetti di stupefacente aderente alle forme del corpo. Ma non aveva fatto i conti con il fiuto dei cani. La Guardia di Finanza in servizio all'aeroporto di Verona ha sequestrato oltre due chili di cocaina purissima e arrestato un cittadino francese, accusato di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

Serge Rodolphe Ligout, 30 anni, incensurato, residente a Lione ma domiciliato nella Repubblica Dominicana dove ha interessi familiari, ieri mattina è sbarcato all’aeroporto Catullo con un volo proveniente da Santo Domingo. I finanziari erano già all'erta in quanto proveniva da una destinazione “a rischio”. In più l'uomo aveva destato i sospetti degli agenti: infatti viaggiava solo con un piccolo trolley.

I cani antidroga non hanno fatto altro che confermare le intuizioni degli agenti: il francese nel tentativo di eludere i controlli al terminal degli arrivi internazionali aveva nascosto la droga in un pantaloncino da ciclista appositamente confezionato con nastro isolante e indossato sotto i vestiti. La cocaina, suddivisa in undici panetti, sul mercato dello spaccio avrebbe permesso di ricavare più di 20mila dosi per un valore di oltre 200mila euro. “Non si tratta di un semplice corriere, ma un trafficante di droga operativo a livello internazionale” hanno spiegato i vertici del Comando provinciale della Guardia di Finanza. L'uomo ora è rinchiuso nel carcere di Montorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina nei pantaloncini preso trafficante francese

VeronaSera è in caricamento