Cocaina in citt, cinque arresti in una settimana

Tre operazioni antidroga dei carabinieri. In manette due coniugi romeni, un veronese e due nigeriani

Cocaina in citt, cinque arresti in una settimana
Tre operazioni distinte dei carabinieri, 5 arresti, 40 grammi di cocaina sequestrati assieme a 1500 euro in contanti. Il bilancio delle ultime attività antidroga del Comando provinciale di Verona si chiude in sette giorni, da lunedì a sabato della scorsa settimana.

I primi accertamenti hanno portato i carabinieri scaligeri in un appartamento di via Palladio, a seguito di alcune segnalazioni dei residenti già attivi, nei mesi scorsi, nell’allertare i militari sul giro di prostituzione in una palazzina poco distante. Dalla richiesta di intervento ai controlli sugli acquirenti di cocaina. Per non destare troppi sospetti, Ion Caramizaru, 30 anni e sua moglie, Elisa Dunca, 25, romeni entrambi incensurati, avevano deciso di mettere in piedi un traffico di cocaina al dettaglio nella loro casa in zona Stadio. Ma il continuo andirivieni di giovani e tossicodipendenti aveva provocato l’effetto contrario e da quello erano partiti i vari appostamenti dei militari e la segnalazione in Prefettura dei consumatori abituali. L’irruzione nell’appartamento è avvenuta lunedì, alle due di notte, e la perquisizione ha portato al rinvenimento di 6,5 grammi di polvere bianca e 800 euro in contanti. Data l’assenza di precedenti per i coniugi è scattato l’obbligo di presentazione quotidiana al Comando provinciale in via Salvo d’Acquisto in attesa del processo.

La seconda operazione antidroga è stata organizzata venerdì scorso e ha condotto, alle 18, gli agenti del nucleo radiomobile fino all’Admiral, sala giochi di via Adigetto. Anche qui i controlli su acquirenti e consumatori hanno permesso di identificare Denis Carletti, 37enne veronese di Oppeano, con vari precedenti penali per spaccio e in quel momento soggetto alle restrizioni cautelari nella sua abitazione dopo aver scontato una condanna. Addosso gli sono stati ritrovati 4,5 grammi di cocaina e 300 euro in contanti. Per il 37enne si sono così riaperte le porte del carcere di Montorio.

L’ultima operazione antidroga, stavolta ad opera dei carabinieri di San Michele Extra ha invece stroncato, sabato sera, il traffico imbastito a Borgo Venezia da due cittadini di origine nigeriana, Godstime Oroto, 24 anni, e il convivente Kelvin Abu Otii, 28. Allo stesso modo di via Palladio, le segnalazioni dei residenti hanno portato i militari ad appostarsi sotto all’appartamento di via Dai Libri, dove la coppia di ventenni viveva assieme ad altri connazionali, e lungo via Morone, la vera e propria zona di spaccio. La polvere era ceduta ai loro contatti a bordo della loro auto. Alla vista dei carabinieri il pusher 24enne ha provato ad ingerire otto ovuli già confezionati per un totale di 20 grammi di cocaina. Altri 4 ovuli, da 2,5 grammi l'uno, sono stati ritrovati in macchina. Secondo i carabinieri di Verona entrambi gli arrestati sarebbero alla base di un traffico internazionale di droga. Rivendevano al dettaglio partite grosse in arrivo dall’estero. Oroto aveva avuto già in passato guai per gli stessi reati ed era stato scarcerato a Vicenza poco tempo prima in seguito ad una condanna.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento