rotate-mobile
Cronaca

Clona bancomat ma viene fermato dopo 10 ore di appostamento

Intervento dei carabinieri a Malcesine allo sportello AltoGarda per arrestare un pregiudicato 30enne

Ancora una volta i comuni gardesani sono nel mirino dei clonatori di carte di credito. Una zona sensibile, quella del lago, soprattutto con l’avvento della stagione calda che porta numerosi turisti a godersi qualche giorno di villeggiatura. I controlli dei carabinieri, proprio per queste ragioni, si sono intensificati negli ultimi giorni, e sono stati ancora una volta premiati. L’ultimo caso riguarda un pregiudicato che voleva clonare i bancomat dallo sportello della Cassa Rurale AltoGarda, utilizzando il trucco dello “skimmer”, una placca metallica con collegamento elettronico posta sopra alle bocchette per l’emissione di denaro.

Prima che intervenissero i carabinieri per arrestare il responsabile, A.H.B. 30enne di origine bulgara e residente a Roverbella, Mantova, lo skimmer aveva memorizzato almeno un centinaio di codici. Le indagini sono partite ieri mattina, verso le 10, nel momento in cui i militari di pattuglia, durante il normale controllo sugli sportelli bancari, si erano accorti della manomissione. Due le placche appoggiate alla cassa, una per memorizzare la tessera magnetica e una in coincidenza della bocchetta del denaro. L’inserimento del codice segreto, da parte degli ignari clienti dello sportello, veniva interamente filmato da una microcamera. Una volta individuata la manomissione, i carabinieri della stazione di Malcesine si sono appostati per circa 10 ore, in attesa che il 30enne tornasse a riprendere l’apparecchiatura.


Alle otto di sera, quindi, è scattato l’arresto in flagranza e il bulgaro, risultato nullafacente, è stato trasferito al carcere di Montorio con l’accusa di clonazione di carte di credito e bancomat e per il porto abusivo di oggetti atti ad offendere. Dal Comando dei carabinieri di Caprino, intanto, fanno sapere che sono in corso ulteriori indagini per individuare altre persone coinvolte nella truffa. L’ultima operazione porta a 62 il numero di arresti da parte dei carabinieri di Malcesine da inizio anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clona bancomat ma viene fermato dopo 10 ore di appostamento

VeronaSera è in caricamento