rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Villafranca di Verona / Corso Garibaldi

Senzatetto pestato e bruciato: tre in carcere, le indagini vanno avanti

I tre principali accusati del tentato omicidio di Vasile Todirean si trovano ora a Montorio, ma il lavoro degli inquirenti non è finito: si lavora per fare luce sulla dinamica, sul movente e per capire se altre persone siano state coinvolte

Resteranno dunque in carcere E.D.M., 41 anni, L.B., 63 anni, e C.T., 59 anni, le tre persone accusate del tentato omicidio di Vasile Todirean, il clochard trovato tumefatto ed ustionato nella mattinata di lunedì alla stazione di Villafranca di Verona e che ora si trova ancora ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di borgo Trento

Fermati nella notte tra il 9 e il 10 luglio dalla Squadra Mobile della questura di Verona, sabato mattina è arrivata la decisione del giudice per le indagini preliminari che ha disposoto la misura cautelare del carcere per i tre, che ora si trovano a Montorio. 
L'attività investigativa però non si è ancora conclusa. Gli inquirenti infatti intendono far luce sulla dinamica e su cosa avrebbe spinto gli accusati a compiere la brutale aggressione (per il momento si ipotizza possa trattarsi di una futile disputa tra senzatetto, come una sigaretta contesa), inoltre non sarebbe ancora tramontata la pista che vedrebbe altre persone coinvolte nel tentato omicidio del clochard.

Assistiti dai loro legali, i tre dunque si preparano a difendersi dalle accuse mosse nei loro confronti, mentre la onlus Avvocato di Strada nei giorni scorsi ha offerto la propria assistenza a Vasile. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senzatetto pestato e bruciato: tre in carcere, le indagini vanno avanti

VeronaSera è in caricamento