Cronaca Bussolengo

Infastidisce i clienti del bar e li fa andare via, poi mette nel mirino i carabinieri: 40enne arrestata

A chiedere l'intervento dei militari nella serata di mercoledì, è stato il gestore di un bar di Bussolengo. La donna inizialmente si era anche allontanata senza pagare, salvo poi tornare suoi passi e aggredire verbalmente il personale, prima di gettare i soldi sul bancone e rivolgersi in malo modo ai militari

Dopo aver infastidito i clienti di un bar, avrebbe provato a colpire e a sfuggire ai carabinieri intervenuti: nella serata del 7 luglio i militari di Bussolengo hanno tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale A.L., 40enne di nazionalità romena domiciliata nel comune. 

Non erano ancora scoccate le 20 di mercoledì, quando alla centrale operativa della Compagnia dei carabinieri di Peschiera è giunta la richiesta d'intervento da parte del gestore di un locale di Bussolengo, il quale voleva allontanare una donna che con le sue intemperanze stava disturbando in modo piuttosto insistente i clienti. Una pattuglia della stazione locale è stata dunque inviata sul posto, dove sono stati informati dallo stesso esercente che la donna in questione si si era allontanata senza pagare, dopo aver infastidito alcuni avventori al punto che avevano preferito andarsene

La 40enne, tuttavia, di lì a poco sarebbe tornata al bar per dirigersi alla cassa e aggredire verbalmente il personale del bar con frasi offensive, gettando infine provocatoriamente i soldi sul bancone. Alla scena hanno assistito i carabinieri, che l'avrebbero invitata a mantenere la calma e ad esibire i documenti, ma questa si sarebbe mostrata incurante della richiesta rivoltale in più occasioni, rivolgendosi poi in maniera aggressiva anche nei confronti delle forze dell'ordine. 
Dopo essere stata invitata ancora una volta a mantenere la calma e a contenersi, tenendo presente anche il fatto la scena si stava svolgendo alla presenza di numerosi clienti, la 40enne avrebbe cercato di guadagnare l'uscira passando tra i due carabinieri e in quel momento avrebbe inizialmente provato a strattonarli, per poi cercare senza successo di colpirli con dei pugni e con il capo. I militari allora hanno immobilizzato la donna e l'hanno fatta salire sull'auto di servizio, per condurla nei loro uffici per procedere alle operazioni di identificazione ed arresto, che sarebbero state rese difficili dal per procedere alle operazioni di identificazione ed arresto. La donna non sarebbe stata nuova a questi episodi: la stessa infatti è risultata gravata da diversi precedenti analoghi.

Informato dei fatti, il Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Verona ha disposto che A.L. venisse accompagnata nella sua abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa del giudizio con rito direttissimo fissato per la mattinata di giovedì. 
Convalidato il provvedimento, il giudice ha accolto i termini a difesa chiesti dal legale della donna, rinviato l'udienza ad altra data e rimettendo in libertà l'imputata. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infastidisce i clienti del bar e li fa andare via, poi mette nel mirino i carabinieri: 40enne arrestata

VeronaSera è in caricamento