rotate-mobile
Cronaca Santa Lucia e Golosine / Via Sommacampagna

Clandestini sui treni merci dal Quadrante Europa alla Germania: due presunti organizzatori in manette

Secondo le indagini della Polfer, avrebbero fatto salire i profughi all’interno dei rimorchi stradali caricati su carri ferroviari per raggiungere il Nord Europa, ovviamente dietro compenso

Nei giorni scorsi gli agenti della Polizia Ferroviaria di Verona hanno messo le manette a due cittadini stranieri di 22 anni, in esecuzione di un ordine applicativo della misura degli arresti domiciliari emesso dall'autorità giudiziaria scaligera, in relazione ad una attività di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina verso il nord Europa, avvenuta tra agosto e novembre dello scorso anno, a bordo di carri merci.
I giovani di origine subsahariana, incensurati e in regola con il permesso di soggiorno, residenti in provincia di Monza Brianza, sono infatti sospettati di aver organizzato in più occasioni viaggi di fortuna a bordo di trailer ferroviari telonati in partenza dal Terminal intermodale Quadrante Europa di Verona verso l’Austria e la Germania.

La complessa e articolata indagine, sviluppata dalla Squadra di Polizia Giudiziaria, è partita dopo il ritrovamento di decine di stranieri nascosti tra le merci trasportate e avrebbe permesso di ricostruire l’attività dei due indagati: secondo quanto appurato dalle forze dell'ordine, questi giungevano in stazione a Verona Porta Nuova attendendo i loro clienti per condurli nel terminal merci dalla zona rurale limitrofa e nelle ore serali li avrebbero fatti salire all’interno dei rimorchi stradali caricati su carri ferroviari, tagliando con una particolare tecnica il telone per eludere l’ispezione da parte del vettore di trasporto prima della partenza.

La scorsa settimana, su disposizione della Procura della Repubblica in sede di applicazione della misura restrittiva disposta dal gip, è stata eseguita la perquisizione della loro abitazione, che avrebbe permesso di sequestrare materiale d’interesse investigativo, il quale è ora al vaglio degli inquirenti e confermerebbe la fiorente attività illecita a scopo di lucro avviata dai due 22enni. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clandestini sui treni merci dal Quadrante Europa alla Germania: due presunti organizzatori in manette

VeronaSera è in caricamento