rotate-mobile
Cronaca Soave / Piazza dell'Antenna

Turisti rapiti e liberati in Camerun, tra loro un cittadino residente a Soave

Si chiama Andrea Calderato, sta bene e presto tornerà in Italia. Faceva parte delle 12 persone sequestrate nel paese africano e liberate nel lunedì di Pasquetta

C'è anche un cittadino, vicentino di origine, ma residente a Soave tra i dodici turisti rapiti nei giorni scorsi e liberati nel lunedì di Pasquetta in Camerun. Si chiama Andrea Calderato, sta bene e presto tornerà in Italia.

Dei dodici turisti rapiti, sette erano svizzeri e cinque italiani. Facevano parte del gruppo "African Adventure" ed erano diretti nella località turistica dei Laghi Gemelli. Secondo i media locali, il rapimento sarebbe opera di un gruppo armato separatista. Nel paese africano, infatti, sono riesplose le tensioni tra la minoranza anglofona che si sente discriminata dalla maggioranza francofona del paese.

Dopo la liberazione, i turisti avrebbero incontrato gli ambasciatori dei Svizzera e Italia e sono stati portati via dal Camerun, prima in Burkina Faso e poi in Ciad. Durante il sequestro, Andrea Calderato e gli altri pare non abbiano subito maltrattamenti. Tanto però lo spavento, che per fortuna ora è alle spalle.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turisti rapiti e liberati in Camerun, tra loro un cittadino residente a Soave

VeronaSera è in caricamento