Caso citrobacter all'ospedale di Borgo Trento, l'azienda sospende il primario e due dirigenti

L'Azienda ospedaliera prende i primi provvedimenti in merito al delicato "caso citrobacter"

Nella giornata di ieri, venerdì 4 settembre, erano giunti a Verona e nello specifico presso l'ospedale scaligero di Borgo Trento gli ispettori inviati dal ministero della Salute, con l'intento di approfondire e chiarire la delicata vicenda legata al batterio denominato "citrobacter" che, nel corso degli ultimi anni, avrebbe coinvolto a vario titolo circa una novantina di bambini. La questione che, doveroso ribadirlo, resta eventualmente ancora tutta da affrontare e specificare sotto il profilo giudiziario, è nel frattempo però già diventata un caso mediatico di rilievo nazionale, proprio perché secondo le ipotesi sin qui avanzate nelle dichiarazioni pubbliche di alcune madri dei bimbi che sarebbero coinvolti, nonché da quanto emergerebbe dalle prime risultanze ispettive, proprio tale batterio avrebbe portato alla morte quattro bambini e causato gravi danni alla salute di altri nove.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo la visita degli ispettori avvenuta ieri, una prima rilevante novità è connessa invece più strettamente alla relazione della Commissione ispettiva regionale istituita ad hoc per far chiarezza sul caso. Di queste ore è infatti la notizia della presa di posizione ufficiale, comunicata direttamente dalla Direzione dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, nei confronti di alcuni suoi diretti dipendenti di rango dirigenziale. L'Aoui, infatti, in una breve nota ha fatto sapere che «a seguito delle risultanze della relazione della Commissione ispettiva regionale in merito alla vicenda "citrobacter" dell’Ospedale Donna e Bambino di Borgo Trento, a partire dal giorno sabato 5 settembre 2020 vengono sospesi in via cautelare secondo condizioni contrattuali: la Dott.ssa Chiara Bovo (Direttore Sanitario AOUI Verona), la Dott.ssa Giovanna Ghirlanda (Direttore Medico Ospedaliero AOUI Verona) e il Dott. Paolo Biban (Direttore UOC Pediatria ad indirizzo critico AOUI Verona)». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Verona un nuovo decesso e altri 35 casi positivi: tutti i Comuni di appartenenza

  • Nel Veronese sono 29 i nuovi casi positivi e 1.808 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Elezioni regionali, suppletive e referendum costituzionale: seggi aperti in Veneto

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Tamponi a studenti e personale scolastico: ecco l'app per le prenotazioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento