menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I membri dell'iniziativa "Pane Quotidiano Onlus" di San Martino Buon Albergo

I membri dell'iniziativa "Pane Quotidiano Onlus" di San Martino Buon Albergo

Povertà, nasce "Pane quotidiano" per la distribuzione di cibi invenduti

Scivola nel baratro il ceto medio. A San Martino Buon Albergo, dove è nata l'iniziativa, le famiglie in difficoltà, che potranno accedere al servizio offerto vanno dalle cinquanta alla cento

"Per alleviare le sofferenze delle famiglie", messe in ginocchio dalla crisi economica, è nata, a San Martino Buon Albergo, "Pane quotidiano Onlus", un’associazione che si occupa del recupero e della donazione di prodotti invenduti direttamente a domicilio. Il progetto è stato realizzato con il patrocinio del Comune e in collaborazione con l’associazione "Gente e territori" ed è stato reso possibile grazie all’accordo con il supermercato "Iper" del centro commerciale Le Corti Venete, il primo ad aderire, che effettuerà gratuitamente all’associazione la cessione di prodotti alimentari in eccedenza o con la confezione rovinata, ma del tutto integri.  

"La grave crisi economica sta peggiorando ulteriormente le condizioni delle fasce meno abbienti della popolazione. Per questo il nostro Comune appoggia con convinzione iniziative come quella di Pane Quotidiano che contribuiscono a rendere meno dura la vita delle famiglie, le quali avranno garantito l’anonimato", afferma il sindaco del Comune di San Martino Buon Albergo Valerio Avesani.
 
“Pane Quotidiano ha aderito al progetto "Rebus" (Recupero eccedenze di beni utilizzabili solidalmente), una rete locale di solidarietà coordinata dall'ufficio progetti delle Acli provinciali di Verona - spiega Roberto Leo, vicepresidente di "Pane quotidiano Onlus", di cui attualmente fanno parte una decina di volontari. Ogni mese Pane Quotidiano monitorerà la tipologia e la quantità dei beni consegnati, il numero di consegne effettuate e di famiglie raggiunte e i servizi di accompagnamento effettuati”. Accanto a quest’attività, l’associazione ha infatti in programma anche l’avvio di un servizio di trasporto per disabili e anziani per agevolarli nelle loro esigenze di vita quotidiana.

A SAN MARTINO MEDICI SPECIALISTI OFFRONO VISITE GRATUITE AI POVERI

SEMPRE PIU' GIU' -La crisi sta facendo scivolare sotto la soglia di povertà nuclei familiari fino a poco tempo fa appartenenti al ceto medio. Si tratta dei cosiddetti "nuovi poveri": giovani, casalinghe, pensionati, famiglie monoreddito, o nelle quali uno o entrambi i coniugi sono disoccupati o cassintegrati”, prosegue il presidente dell’Istituzione Servizi al Cittadino Fabio Montoli. A San Martino Buon Albergo le famiglie in difficoltà, che potranno accedere al servizio offerto vanno dalle cinquanta alla cento. "È da sottolineare come esista già una collaborazione attiva di Pane Quotidiano con la Caritas, che è al servizio delle persone bisognose. Questa sinergia arricchisce umanamente tutto il nostro paese”. Nei giorni scorsi l’associazione, con l'aiuto della Croce Blu e degli scout, ha effettuato una prima raccolta alimentare all’Iper.

Anche Gente e Territori ha sposato il progetto di Pane Quotidiano e sta presentando in altri Comuni del Veronese l’iniziativa. "Le idee e il coraggio sono oggi il mezzo per contrastare le difficoltà delle famiglie”, aggiunge Lorenzo Antonini, responsabile di Gente e Territori, “Il nostro motto è "con la Gente per il tuo Territorio" e Pane Quotidiano sposa in pieno i nostri obiettivi e ideali, ecco perché con i nostri Centri studi stiamo promuovendo il progetto nel resto della provincia affinché possa essere replicato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento