Piazza Erbe viene chiusa e gli accessi contingentati per evitare assembramenti

Il provvedimento, spiega la questura di Verona, è stato preventivo per evitare il verificarsi di assembramenti in piazza Erbe ed era già stato adottato anche lo scorso fine settimana

Piazza Erbe a Verona la notte tra venerdì 3 e sabato 4 luglio 2020

Gli accessi a Piazza delle Erbe in città a Verona sono stati chiusi nella tarda serata di ieri, venerdì 3 luglio, sulla scorta di una decisione presa da parte di un funzionario della questura scaligera per evitare il verificarsi di assembramenti. La piazza, rispetto a quanto avvenne la sera di venerdì 22 maggio, non si è presentata ieri sera così "stracolma" di gente, pur registrando una presenza notevole di persone al suo interno. A conferma di ciò è sufficiente prendere visione delle immagini registrate dalla webcam che campeggia su piazza delle Erbe.

La chiusura della piazza è stata anzitutto una decisione volta a prevenire il verificarsi di sovraffolamenti, così come precisato anche direttamente dalla questura scaligera. «Non si sono avuti particolari problemi», spiega la polizia, ma ad un certo punto si è visto che l'afflusso di gente proveniente dalle vie limitrofe a piazza delle Erbe iniziava ad essere «molto importante», tante persone non indossavano la mascherina, trovandosi all'aperto, e per evitare appunto che nascessero degli assembramenti inopportuni, piazza Erbe è stata chiusa. Una chiusura preventiva che è durata all'incirca un'oretta, da mezzanotte e mezza all'una e mezza e che, particolare significativo, la questura ha specificato sarebbe stato un provvedimento già preso anche la scorsa settimana durante il weekend.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ieri notte, trascorsa appunto un'ora circa dalla chiusura preventiva di piazza delle Erbe, gli accessi sono stati regolarmente riaperti, ma gli agenti della polizia hanno proceduto a contingentarli. La strategia di gestione della piazza è stata appunto volta ad impedire che gli assembramenti inopportuni si verificassero, proprio perché essendo consentito circolare all'aperto senza mascherine, resta tuttavia per tutti l'obbligo di mantenere almeno un metro di distanza gli uni dagli altri. La norma regionale spiega che nel caso in cui il distanziamento, anche all'aperto, non sia possibile mantenerlo «continuativamente», allora è necessario indossare la mascherina. La chiusura di piazza delle Erbe di ieri sera da parte della polizia è stato un provvedimento, non inedito come già rilevato, anzitutto teso ad evitare che in piazza vi fosse un numero di persone troppo elevato da impedire appunto «continuativamente» il rispetto della distanza interpersonale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Ingannato dalla chiamata de Numero Verde della Banca: rubati soldi dal conto corrente

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Polemica su Crisanti, il professor Palù: «È un mio allievo esperto di zanzare»

  • Regioni contro il Dpcm, la lettera: «Chiusura ristoranti alle 23, cinema e palestre aperti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento