Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Centro storico / Corso Sant'Anastasia

La chiusura del centro non porta risultati. Telecamere in arrivo per i trasgressori

Continua la polemica relativa alla scelta da parte dell'amministrazione di rendere corso Sant'Anastasia e corso Porta Borsari aree semipedonali. Il Pd: "Ennesimo flop di questa Giunta"

Da due settimane a questa parte è iniziato il processo di pedonalizzazione di corso Sant’Anastasia e corso Porta Borsari, ma i vari divieti sono puntualmente disattesi da automobilisti e motociclisti. L’amministrazione comunale, e in particolare nella persona dell’assessore al Traffico e Commercio Enrico Corsi, è stata nei giorni scorsi bersaglio di molte critiche da parte di residenti ed esercenti della zona favorevoli al cambiamento. La voce è unanime: la pedonalizzazione è “un ennesimo flop con tante parole, ma zero risultati”. Ciò che viene richiesto sono misure di controllo più ferree. “Questa inefficienza è lo specchio del fallimento delle politiche di questa amministrazione che pretende di gestire il centro storico senza alcuna pianificazione e senza dare alternative agli automobilisti, limitandosi soltanto a seminare cartelli qua e là e a dispiegare senza criterio i vigili urbani”, chiosano Michele Bertucco e Stefano Vallani del Pd, riferendosi anche al fatto che al posto del pilottino, nelle scorse settimane e fino a ieri, c'erano i vigili a presidiare l'accesso al tratto di Porta Borsari che dall'incrocio con via Quattro Spade porta a piazza Erbe. Il Comune risponde annunciando l’entrata in funzione nei prossimi giorni di telecamere che verranno installate in corso Sant’Anastasia, mentre per corso Porta Borsari rimarrà funzionante il pilottino preesistente su cui l’assessore precisa: “Non ero al corrente del fatto che il pilomat non fosse attivo. Non sono arrivate segnalazioni, altrimenti avremmo provveduto”. Ma l’opposizione rincara la dose: “È un film già visto, l'ennesimo fiasco delle scelte di Giunta e in particolare dell'assessore Corsi che prevedono interventi spot”, aggiunge la consigliera Pd Orietta Salemi, candidata alle regionali. “Per pedonalizzare il centro ci vuole una progettualità a lungo termine e in questo caso non andava fatta con tanta fretta”, scrive invece Patrizio Violante, commissione Commercio in prima circoscrizione ed esponente di Confcommercio. L’assessore però guarda avanti fiducioso: “Il passaggio è comunque diminuito in queste settimane. Certo con le telecamere e la deviazione degli autobus avremmo risultati maggiori”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La chiusura del centro non porta risultati. Telecamere in arrivo per i trasgressori

VeronaSera è in caricamento