rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Zai / Viale della Fiera

Centro massaggi hard in Zai, la polizia sequestra i locali

Un altro blitz della Polizia contro lo sfruttamento della prostituzione e connesso al fenomeno, oramai diffuso, dei centri massaggi orientali "a luci rosse", è stato effettuato nel primo pomeriggio di ieri a Verona

Un altro blitz della Polizia contro lo sfruttamento della prostituzione e connesso al fenomeno, oramai  diffuso, dei centri massaggi orientali “a luci rosse”, è stato effettuato nel primo pomeriggio di ieri a Verona. Il bilancio dell'operazione: chiusura del centro, isequestro dei locali e denuncia in stato di libertà dei due gestori cinesi.
Nel mirino degli agenti è finito il centro “Xin Shi Ji”, in viale della Fiera, 2, gestito dai cittadini cinesi Z.G., un 34enne residente a Verona e L.J., 30enne domiciliata a Brescia, in regola con le norme di soggiorno, entrambi titolari della società.

Gli appostamenti degli investigatori hanno permesso di accertare che all'interno del centro si effettuavano anche prestazioni sessuali, pagate dai 20 ai 30 euro, in aggiunta al prezzo del massaggio tradizionale. Ogni giorno - come rilevato gli agenti - c'erano molti clienti, che aumentavano durante il finesettimana.

Questo è il quarto centro massaggi cinese chiuso dalla Polizia in città ed in provincia nel giro di poco più di due mesi; gli altri sequestri sono stati compiuti a Villafranca, Valeggio sul Mincio e a Verona in via Tombetta.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro massaggi hard in Zai, la polizia sequestra i locali

VeronaSera è in caricamento