menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Droga nel Veronese, sequestrato un chilo di eroina: 4 in tutto le persone in manette

Due distinte operazioni sono state portate a termine dalla Guardia di Finanza: la prima, iniziata a giugno 2020, ha portato all'arresto di un italiano e di un marocchino; nella seconda è stata fermata una coppia di tunisini

La pandemia di Covid-19 non ferma il traffico e lo spaccio di sostanze stupefacenti, così il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Verona ha mantenuto alto il livello di attenzione. 
Così negli ultimi tre giorni, i finanzieri del Nucleo di Polizia economico - finanziaria e della Compagnia del capoluogo scaligero, hanno portato a termine due distinte operazioni: l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un soggetto di nazionalità marocchina e l’arresto di due soggetti di nazionalità tunisina.

Cocaina, hashish e marijuana

Sotto la costante direzione della Procura della Repubblica di Verona, l'operazione della Sezione Mobile del Nucleo PEF ha costituito l'atto conclusivo delle indagini iniziate nel mese di giugno dello scorso anno, che già nel mese di dicembre avevano portato all’arresto di un italiano, alla denuncia a piede libero del cittadino marocchino e ad accertare ulteriori cessioni di cocaina, hashish e marijuana.
Il proseguimento dell'attività investigativa ha consentito alle Fiamme Gialle di raccogliere nuovi elementi che hanno portato il Gip del tribunale di Verona, la dottoressa Paola Vacca, ad accogliere la richiesta del pm, la dottoressa Federica Ormanni, ad emettere a la misura della custodia cautelare in carcere eseguita dai finanzieri nella giornata del 2 marzo. 

Eroina

Nel corso di alcuni controlli del territorio, volti anche a verificare il rispetto della normativa Anticovid, la Guardia di Finanza ha intercettato due persone, trovandole in possesso di una notevole quantità di droga. 
Domenica scorsa infatti, durante un pattugliamento su strada nei pressi della stazione ferroviaria di Peschiera del Garda, i Baschi Verdi della Compagnia di Verona hanno sottoposto a controllo un uomo e una donna di nazionalità tunisina, che avevano notato mentre si affrettavano a raggiungere i binari e salire sul treno per Brescia, nonostante i divieti di spostamenti tra regioni imposti dalle norme vigenti. Il forte odore di acido che proveniva dalla borsetta portata a tracolla dalla donna, avrebbe ulteriormente insospettito i finanzieri che hanno proceduto pertanto ad approfondire il controllo, trovando, nascosti all’interno di una busta di plastica, due grossi involucri contenenti oltre un chilo di eroina.
Per i due sono quindo scattate le manette e nella giornata di martedì, il Gip del tribunale di Verona, il dottor Luciano Gorra, ha convalidato l’arresto disponendo la misura cautelare in carcere nei confronti di entrambi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento