rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca Borgo Nuovo / Via Luigi Galvani

Chievo Verona, inchiesta plusvalenze. Campedelli interdetto per 8 mesi

Una misura cautelare confermata dalla Corte di Cassazione, la quale ha respinto il ricorso del presidente gialloblu. Una sentenza legata alla compravendita fittizia di calciatori tra Chievo e Cesena

Per otto mesi, il presidente del Chievo Verona Luca Campedelli non potrà esercitare imprese e assumere cariche direttive in persone giuridiche e in imprese. Una misura cautelare interdittiva confermata dalla Corte di Cassazione, la quale ha respinto il ricorso di Campedelli.

L'esito del terzo grado di giudizio, riportato da Cesena Today, riguarda l'inchiesta della Procura di Forli sulle presunte false plusvalenze dei calciatori architettate dai club del Cesena e del Chievo Verona. Una sentenza che, per la Procura, avvalorerebbe la tesi secondo cui Cesena e Chievo avrebbero simulato acquisti e cessioni di giovani giocatori solo per generare plusvalenze di bilancio, commettendo i reati di dichiarazione fraudolenta, emissione di false fatture e false comunicazioni sociali.

Le indagini sono state eseguite dai finanzieri di Cesena e Verona e sono una ramificazione di un'inchiesta più ampia, collegata anche al fallimento del Cesena, pronunciato nell'agosto 2018. Le prime misure cautelari e i primi sequestri risalgono al luglio dell'anno scorso. Ed ora, dopo appelli e ricorsi, le misure che riguardano Campedelli sono state confermate.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chievo Verona, inchiesta plusvalenze. Campedelli interdetto per 8 mesi

VeronaSera è in caricamento