La cerimonia di giuramento e cambio al comando dell'85° RAV Verona

La cerimonia del Giuramento dei Volontari in Ferma Prefissata di un anno del 3° Bando 2016 e il passaggio di testimone del Comandante alla caserma “Duca” di Verona

Si è svolta venerdì sulla piazza d'armi della caserma "Duca", la cerimonia di Giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana dei Volontari in Ferma Prefissata di un anno (VFP1) insieme al cambio del Comandante dell’85° Reggimento Addestramento Volontari “Verona” (RAV).

Davanti la Bandiera di Guerra dell’85°, decorata di Croce di Cavaliere dell’Ordine Militare d’Italia, Medaglia d’Argento al Valor Militare e Medaglia d’Argento di Benemerenza ed alla presenza del Generale di Brigata Giuseppe Faraglia, Comandante del Centro Addestramento Volontari, oltre che del Prefetto di Verona, Salvatore Mario Mulas e del consigliere Gaetano Nicolis, in rappresentanza del Sindaco Tosi, 384 giovani italiani, tra cui 29 donne, frequentatori della Corso Basico per VFP1 del 3° bando 1° Blocco 2016 hanno gridato il loro “…lo Giuro!”. Durante la stessa cerimonia, il comandante dell'85° RAV, Colonnello Marco Simonini, ha ceduto il comando al Colonnello Alessio Gabriele Degortes, comandante subentrante.

Il Colonnello Simonini, nel suo discorso di commiato, e rivolto ai Volontari, ha sottolineato che “i due anni passati al comando dell’85° sono stati  dedicati ad infondere in voi, e ai più di 3000 giovani che vi hanno preceduto, quei valori che sono propri dell’essere militare, per farvi diventare cittadini di qualità, genitori responsabili e soldati  coraggiosi”. Ha poi ringraziato le autorità militari e civili presenti che hanno permesso al Reggimento di poter di celebrare, nel maggio scorso, il Giuramento del 1° Bando in Piazza Brà, a dimostrazione di quanto la cittadinanza sia vicina all’85° RAV.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Generale Faraglia ha quindi ringraziato il comandante cedente per quanto fatto e augurato ai giurandi”…essere prima uomini e donne di valore, dall’animo forte e puro nella vita di ogni giorno: questo è l’essere dei veri soldati.”. Il Col Simonini andrà a ricoprire un prestigioso incarico presso il neo-costituito Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto in Verona. Dallo stesso ente proviene il Colonnello Degortes, che vanta numerosi incarichi presso unità operative e i comandi di vertice, tra i quali il comando del Battaglione Allievi della Scuola Militare Teuliè di Milano. I Volontari in Ferma Prefissata del 3° bando 1° Blocco 2016, acquisito formalmente lo status di soldato, permarranno nella Città scaligera fino al prossimo  5 dicembre, per completare le dieci settimane previste per la formazione di base, per poi continuare la loro preparazione presso i reparti dove svolgeranno il “Modulo Combattimento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Verona un nuovo decesso e altri 35 casi positivi: tutti i Comuni di appartenenza

  • Nel Veronese sono 29 i nuovi casi positivi e 1.808 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Elezioni regionali, suppletive e referendum costituzionale: seggi aperti in Veneto

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento