Cronaca

Anche Verona piange il disastro di Crevalcore e le sue diciassette vittime

Era il 17 gennaio 2005 quando due treni si scontrarono in località Bolognina. Tra le persone che persero la vita quel giorno c'erano anche due veronesi, Matteo Sette e Bruno Nadali

Un'immagine d'archivio del disastro di Crevalcore

Era il 7 gennaio 2005 quando, in località Bolognina di Crevalcore, in una giornata di fitta nebbia, due treni si scontrarono in un tratto ferroviario a binario unico. Nell’incidente, oltre a decine di feriti, persero la vita 17 persone, tra le quali i veronesi Matteo Sette e Bruno Nadali.

A ricordo delle vittime, alla chiesa di San Silvestro a Crevalcore, si è tenuta lunedì mattina la celebrazione del 14° anniversario. Presente, con il gonfalone della città di Verona, l’assessore Edi Maria Neri.
Al termine della messa, al Parco ‘7 gennaio 2005’, è stata deposta una corona d’alloro al cippo che ricorda i nomi di quanti perirono.

“Un terribile evento – ricorda l’assessore Neri – che costò la vita di 17 persone, tra le quali quella di due nostri concittadini, il 26enne Matteo Sette e il 50enne Bruno Nadali. Una tragedia che non deve essere dimenticata, affinché fatti del genere non accadano mai più”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche Verona piange il disastro di Crevalcore e le sue diciassette vittime

VeronaSera è in caricamento