Cerea, vigili urbani in borghese nei cimiteri per aumentare la sicurezza

"Abbiamo dato incarico alla nostra polizia locale di effettuare controlli ripetuti e in fasce orarie diverse", ha spiegato il vicesindaco Marco Franzoni

Foto di repertorio

"Recarsi al cimitero per fare visita a un caro defunto e subire furti è una situazione alla quale vogliamo e dobbiamo trovare un rimedio perché non possiamo accettare che al dolore dei nostri concittadini per la perdita di una persona amata si aggiunga ulteriore dolore causato da persone senza alcun scrupolo di coscienza". 

Queste le parole con cui il vicesindaco di Cerea Marco Franzoni ha commentato la decisione dell'amministrazione comunale di intervenire per far fronte al verificarsi di spiacevoli episodi di furti e, di recente anche di molestie e minacce, all’interno dei cimiteri del territorio comunale. "Siamo consapevoli purtroppo di non essere l’unico Comune in cui si verificano tali situazioni - ha continuato il vicesindaco Franzoni - ma non possiamo e non vogliamo restare a guardare o attendere che i cittadini, per lo più anziani e ancor più intimoriti da questi fatti, sporgano denuncia. Pertanto abbiamo dato incarico alla nostra polizia locale di effettuare controlli ripetuti e in fasce orarie diverse per tutelare le persone che si recano al cimitero".

L'operazione, già in atto, prevede la presenza durante la settimana di alcuni vigili in borghese all'interno dei cimiteri, per poter monitorare la situazione senza essere immediatamente individuati dai malintenzionati. "L'auspicio è quello di arrivare a coglierli sul fatto e interrompere così questo triste fenomeno. Nel contempo stiamo valutando l'opportunità di installare anche un sistema di videosorveglianza. Invitiamo comunque tutti i cittadini a segnalarci eventuali problematiche o furti e le fasce orarie in cui normalmente avvengono. Insieme riusciremo a ridonare tranquillità e il giusto decoro ai nostri cimiteri e alle persone che vi si recano", ha concluso Marco Franzoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secondo il presidente dell'Ordine dei medici di Venezia il Veneto va «verso la zona rossa»

  • Il Veneto dal 16 gennaio è la Regione più a rischio zona rossa con il prossimo Dpcm

  • La zona arancione che in Veneto durerà almeno fino al 15 gennaio spiegata semplice

  • Speranza presenta il nuovo Dpcm: «Alle 18 nei bar stop asporto, musei aperti in zona gialla»

  • Drammatico incidente tra furgone e camion in A22: morto un 31enne di Lazise

  • Variante inglese, Crisanti: «Se c'è, allora strade d'accesso al Veneto bloccate e lockdown»

Torna su
VeronaSera è in caricamento