rotate-mobile
Cronaca Lungadige Galtarossa

Avvocato veronese fa dissequestrare l'area dove sorgerà un centro islamico

Il fatto riguarda la zona di Via San Fermo a Bergamo. Il sequestro era stato ordinato per un'indagine di appropriazione indebita che riguarda l'ex presidente del centro islamico orobico

Dissequestrata l'area di via San Fermo a Bergamo che dovrebbe ospitare il futuro centro islamico della città. 

Come riporta l'agenzia Ansa, l'ordine è stato dato oggi, 12 gennaio, dai giudici bergamaschi che hanno accolto il ricorso dell'avvocato di Verona Ruggero Troiani, rappresentante di Imad El Joulani, cardiologo di nazionalità giordana ed ex presidente del centro islamico di Bergamo. 

I fatti risalgono al 22 dicembre scorso, quando Guardia di Finanza e Digos hanno messo sotto sequestrato il cantiere, su disposizione della procura di Bergamo, nell'ambito di un'inchiesta per appropriazione indebita che vede indagato El Joulani, su denuncia dall'attuale presidente del centro islamico orobico Mohamed Saleh e dal tesoriere dell'Ucoii, Unione comunità islamiche d'Italia. Per questi ultimi non sarebbero chiari la destinazione e l'utilizzo che El Joulani ha fatto dei 4 milioni e 980 mila euro, arrivati come finanziamento dalla Qatar Charity Foundation all'oscuro degli altri componenti del centro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvocato veronese fa dissequestrare l'area dove sorgerà un centro islamico

VeronaSera è in caricamento