menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
immagine d'archivio via PadovaOggi

immagine d'archivio via PadovaOggi

Centro benessere a "luci rosse": la titolare patteggia davanti al gip

La donna che gestiva il centro ha patteggiato la pena a un anno e quattro mesi

Ufficialmente si sarebbe trattato di un centro benessere, ma al suo interno i servizi e le prestazioni offerte ai clienti sarebbero stati anche di natura sessuale. Per questo, così come riportato dal quotidiano L'Arena, la donna che gestiva l'attività situata a Pescantina, una 46enne di nazionalità marocchina, era finita a processo.

Secondo le accuse mosse nei suoi confronti, la titolare avrebbe anche trattenuto parte dei compensi ricevuti dalle lavoratrici del centro benessere per le prestazioni extra. Alla fine, davanti al giudice per le indagini preliminari, si è giunti al patteggiamento: un anno e quattro mesi con sospensione della pena. Assoluzione piena, invece, per l'altra donna imputata insieme alla titolare del centro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Da Verona parte la crociata contro Sanremo, Castagna: «È diventato Sodoma e Gomorra?»

Attualità

L'ospedale di Negrar si aggiunge ai centri di vaccinazione anti-Covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento