Cronaca

Centinaia di pali in cemento abbandonati sulle sponde dell'Adige: denunciato imprenditore

È stata una segnalazione a condurre un ufficiale ed un agente della Polizia provinciale ai margini di un terreno coltivato a vite al confine tra i comuni di Caprino e Rivoli Veronese

Alcuni dei pali abbandonati a Caprino Veronese

Un imprenditore agricolo di Caprino Veronese è stato denunciato nel weekend dalla Polizia provinciale, per l'abbandono di centinaia di pali in cemento lungo le sponde dell'Adige.

Un ufficiale ed un agente del corpo di Polizia, durante un servizio antibracconaggio nell’area del Baldo, hanno ricevuto una segnalazione relativa a diverse tonnellate di rifiuti ai margini di un terreno coltivato a vite al confine tra i comuni di Caprino e Rivoli Veronese. 
Arrivati sul posto hanno trovato a terra un fronte di circa 50 metri di sostegni, probabilmente tolti dal vicino vigneto, lasciati anche nella scarpata che costituisce sponda orografica dell’Adige.

Il presunto responsabile, titolare di un’azienda agricola di Caprino, è stato denunciato per abbandono di rifiuti come previsto dal comma 1 dell’articolo 256 del Testo Unico dell'Ambiente e dovrà provvedere alla rimozione di tutti i pali.

«In caso di forti piogge, rifiuti, detriti e ramaglie sono spesso concausa dello straripamento dei corsi d’acqua – ricorda il Comandante della Polizia Provinciale, Anna Maggio –. Ciò rende potenzialmente ancor più pericoloso l’abbandono di certe tipologie di rifiuti, come quelli rinvenuti a Caprino, lungo fiumi, canali e torrenti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centinaia di pali in cemento abbandonati sulle sponde dell'Adige: denunciato imprenditore

VeronaSera è in caricamento