menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ospitava 16 stranieri per farli lavorare nella sua azienda. 55enne fermato

Si trovava agli arresti domiciliari e non poteva avere contatti con persone che non fossero suoi familiari. I carabinieri lo hanno accompagnato nel carcere di Montorio

Nella tarda serata di ieri, 12 ottobre, i carabinieri di Illasi hanno notificato un ordine di sospensione della misura alternativa nei confronti di un 55enne imprenditore agricolo del posto che si trovava agli arresti domiciliari.

Il provvedimento del tribunale di sorveglianza di Verona è scaturito a seguito di un controllo svolto dai militari dell'arma nei confronti dell’uomo, domiciliato a Cazzano di Tramigna, da cui è emerso che, nonostante il divieto a lui imposto di avere contatti con persone estranee al nucleo familiare, dava ospitalità nella propria abitazione a 16 cittadini stranieri, tutti regolarmente in Italia.

L'attento controllo del territorio svolto dai militari ha consentito di notare nelle precedenti giornate degli strani movimenti nella casa del 55enne. In seguito è emerso che l'uomo ospitava nella propria casa gli stranieri per impiegarli nella sua azienda agricola. Dopo la notifica del provvedimento, l'imprenditore è stato accompagnato nel carcere di Montorio dove sconterà il resto della misura cautelare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento