menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggressione ai carabinieri e danni alla caserma: 29enne finisce in manette

I militari di Lazise sono intervenuti a Lido Campanello, dove una segnalazione li aveva avvisati di una violenta lite, riuscendo a fermare un nordafricano che ha rifiutato di farsi identificare

Resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento, sono le accuse che hanno portato all'arresto di B.K.I., un marocchino 29enne senza fissa dimora, avvenuto nella notte tra mercoledì e giovedì per mano dei carabinieri di Lazise.

Una violenta lite tra nordafricani era stata segnalata lungo la spiaggia del Campanello, a Castelnuovo del Garda, i militari si sono diretti sul posto per evitare che la situazione degenerasse. Alla vista della pattuglia molti giovani si sono dati alla fuga e gli uomini dell'Arma hanno fermato il marocchino che, evidentemente ubriaco, prima ha rifiutato di farsi identificare e poi ha reagito spintonando i carabinieri e sferrando pugni. Immobilizzato e condotto in caserma, il 29enne si è quindi accanito contro la porta e le suppellettili di un ufficio, danneggiandole.

Lo straniero è stato quindi arrestati e trattenuto in camera di sicurezza, prima di essere condotto davanti al tribunale di Verona nella giornata di giovedì. Dopo aver convalidato l'arresto, il giudice ha disposto una pena di 6 mesi di reclusione, sospesa, e lo ha rimesso in libertà. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento