Ragazzino morto sotto una panchina girevole. Studiava a Verona

Si chiamava Matteo Pedrazzoli ed è morto a 14 anni a Castel d'Ario, nel mantovano, davanti agli occhi degli amici che giocavano con lui in un giardino pubblico

Studiava a Verona e aveva 14 anni il ragazzino morto venerdì sera, 10 agosto, a Castel d'Ario, comune del mantovano confinante con la provincia scaligera. Si chiamava Matteo Pedrazzoli e, come riportato da Ansa, è rimasto schiacciato da una monumentale panchina girevole nel giardino pubblico dove stava giocando con i suoi amici. La panchina era montata su piedistallo che pare abbia ceduto. Così, i quintali di peso della struttura sono finiti sopra al giovane, davanti agli occhi dei compagni. I soccorsi sono stati inutili. Il 14enne è stato trasportato all'ospedale di Mantova per l'autopsia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Per gli otto comuni veronesi confinanti col Trentino 4 milioni di euro

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Tamponi a studenti e personale scolastico: ecco l'app per le prenotazioni

  • La fuga dopo la rapina diventa un incidente mortale: perde la vita una 29enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento