menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Federico Formenti (Foto Linked In)

Federico Formenti (Foto Linked In)

Caso Formenti, il rettore Sartor: "Eseguiremo quanto disposto dal Tar"

Ennesima sentenza sfavorevole all'ateneo che però precisa: "Non ci è stato chiesto di formare una nuova commissione, ma una nuova valutazione sulle pubblicazioni scientifiche dei candidati"

Il Tribunale amministrativo regionale del Veneto ha pronunciato la sentenza sul ricorso di Federico Formenti contro l’università di Verona per l'annullamento degli atti della commissione giudicatrice di un bando per trovare un ricercatore a tempo indeterminato nel dipartimento di Neuroscienze, biomedicina e movimento.

Il concorso era datato 2010 e Formenti non lo ha vinto, nonostante le sue pubblicazioni e gli anni di studio e insegnamento all'estero. Lui però non si arrende e intraprende una strada fatta di continui ricorsi tra Tar e Consiglio di Stato. Ricorsi a lui favorevoli, come l'ultimo che si è concluso l'altro ieri, 27 settembre, con la sentenza del tribunale amministrativo.

L'università si è sempre difesa, ribandendo la regolarità dell'esito del concorso e respingendo ogni accusa di clientelismo. E anche dopo la sentenza di mercoledì scorso precisa che nello specifico è stato accolto solo uno dei cinque punti contestati da Formenti. Il Tar non ha ordinato la composizione di una nuova commissione, ma ha semplicemente chiesto alla stessa commissione di prima una nuova valutazione in merito alle pubblicazioni scientifiche presentate dai candidati. Pare infatti che non sia stata soppesata correttamente l'importanza delle pubblicazioni di Federico Formenti, poiché ritenute poco congrue alla figura ricercata dall'università tramite il concorso.

L'università ha inoltre stabilito che non c'è alcuna omissione da parte del rettore Nicola Sartor che ha commentato: "Abbiamo sempre ottemperato a quanto stabilito dalle sentenze del Tar del Veneto e del Consiglio di Stato, sia quando è stato disposto l'annullamento degli atti della commissione, sia quando è stato riscontrato un difetto motivazionale su parte degli atti predisposti dalla commissione. Ora anche con questa sentenza eseguiremo quanto ci viene richiesto di fare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento