Casaleone, sequestrata dai carabinieri casa di appuntamenti per prostitute

È un appartamento dove era stato segnalato un insolito via vai. Al suo interno, i militari hanno trovato due donne di origini cinesi. Una è stata arrestata e l'altra è stata denunciata

I carabinieri di Sanguinetto, qualche giorno fa, hanno fatto irruzione in un appartamento di Casaleone, dove era stato segnalato un insolito via vai di persone. Il sospetto era che al suo interno ci fossero delle donne che si prostituivano. Sospetto confermato quando i militari sono entrati ed hanno trovato due donne di origini cinesi, le quali sono state identificate. Una è L.X., classe 1971, separata e clandestina e l'altra è X.C., classe 1963, residente a Sesto San Giovanni (MI), pregiudicata, regolare. La seconda è stata denunciata a piede libero per favoreggiamento della prostituzione, mentre la prima è stata tratta in arresto per aver fornito false generalità ed è stata rinchiusa nelle camere di sicurezza della compagnia dei carabinieri di Legnago.

Durante la direttissima, il giudice ha convalidato l'arresto e rimesso in libertà la donna. I militari hanno chiesto e ottenuto il sequestro dell'appartamento, in quanto utilizzato per commettere il reato di sfruttamento della prostituzione. Mercoledì 23 maggio c'è stata l'apposizione dei sigilli da parte dei militari di Sanguinetto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va in fiera a gustarsi un risotto. Al ritorno non trova più due portiere

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 20 al 22 settembre 2019

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

  • Sfonda la recinzione stradale con un camion e vola per 7 metri dal ponte di viale delle Nazioni

  • Capelli neri, occhi marrone, Mister Italia 2019 è Rudy El Kholti ed è di Zevio

  • Forti temporali attesi sul Veneto e scatta ancora lo "stato di attenzione"

Torna su
VeronaSera è in caricamento