Casaleone, sequestrata dai carabinieri casa di appuntamenti per prostitute

È un appartamento dove era stato segnalato un insolito via vai. Al suo interno, i militari hanno trovato due donne di origini cinesi. Una è stata arrestata e l'altra è stata denunciata

I carabinieri di Sanguinetto, qualche giorno fa, hanno fatto irruzione in un appartamento di Casaleone, dove era stato segnalato un insolito via vai di persone. Il sospetto era che al suo interno ci fossero delle donne che si prostituivano. Sospetto confermato quando i militari sono entrati ed hanno trovato due donne di origini cinesi, le quali sono state identificate. Una è L.X., classe 1971, separata e clandestina e l'altra è X.C., classe 1963, residente a Sesto San Giovanni (MI), pregiudicata, regolare. La seconda è stata denunciata a piede libero per favoreggiamento della prostituzione, mentre la prima è stata tratta in arresto per aver fornito false generalità ed è stata rinchiusa nelle camere di sicurezza della compagnia dei carabinieri di Legnago.

Durante la direttissima, il giudice ha convalidato l'arresto e rimesso in libertà la donna. I militari hanno chiesto e ottenuto il sequestro dell'appartamento, in quanto utilizzato per commettere il reato di sfruttamento della prostituzione. Mercoledì 23 maggio c'è stata l'apposizione dei sigilli da parte dei militari di Sanguinetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dall'8 all'11 novembre 2019

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Signora arrestata per furto di profumi nel centro commerciale "Porte dell’Adige"

  • Accoltellamento a Verona, un uomo in ospedale: caccia agli aggressori

  • Operato a Verona, un paziente ringrazia: «Ho finalmente rivisto la luce»

  • Caso Balotelli, la Curva Sud dell'Hellas Verona risponde con ironia

Torna su
VeronaSera è in caricamento