menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
IPAB Istituto Assistenza Anziani - Villa Monga

IPAB Istituto Assistenza Anziani - Villa Monga

Ispezione dello Spisal all'Istituto assistenza anziani di Verona: «Nessuna irregolarità»

L'amministrazione: «In questo contesto lo sciopero del 21 dicembre appare immotivato»

Venerdi? 18 dicembre lo Spisal ha proceduto al controllo dei Centri Servizi Al Parco e Loro, gestiti dall’Istituto Assistenza Anziani di Verona. Secondo quanto riportato da una nota ufficiale diramata dalla Dott.ssa Adelaide Biondaro, Direttore Generale dell' IPAB Istituto Assistenza Anziani - Villa Monga e a firma del Presidente con tutto il Consiglio di Amministrazione e del Direttore Generale, lo Spisal «non ha rilevato irregolarita?». La visita e? avvenuta alla presenza della Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione e di un Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS, indicato dalla Rappresentanza Sindacale Unitaria dell’IAA).

In base a quanto riferito nella nota, i tecnici dello Spisal avrebbero «accertata la regolarita? delle procedure e dei protocolli in utilizzo allo IAA, anche per quanto inerente alla fornitura e utilizzo dei DPI, cosi? come per la creazione e gestione delle aree Covid». La nota prosegue spiegando che «si e? dato, ovviamente, conto della criticita? che stanno vivendo i Centri Servizi di tutto il territorio di Verona e Provincia in relazione alla grave carenza di personale infermieristico e assistenziale, cui nemmeno lo IAA si e? potuto sottrarre». 

La nota ufficiale dell'amministrazione non manca poi di sollevare qualche polemica: «Alla luce di tali risultanze, appaiono, ancora una volta, del tutto infondate le dichiarazioni rese nei giorni scorsi, ai giornali e alle televisioni, da alcuni rappresentanti sindacali, lamentando irregolarita? e carenze nella gestione pandemica, circostanze prontamente contestate dall’Ente ed oggi certificate dallo Spisal come del tutto inesistenti». La stessa nota, infine, conclude: «In questo contesto, lo sciopero proclamato da CGL CISL, UIL e CSA per il 21 dicembre (nonostante la richiesta di desistenza avanzata dai rappresentanti di tutte le Istituzioni di Verona e provincia) appare del tutto immotivato. E?, pero?, molto triste, che in una situazione come questa, fatta di sacrifici e dolore, dove tutti dovremmo stringerci insieme con l’unico obiettivo di essere l’uno aiuto e conforto dell’altro, alcuni si facciano trasportare da sentimenti di rabbia e rancore dimenticando cio? che veramente e? importante».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Veneto in area "rosso scuro" per l'Europa. Zaia: «Dati fuorvianti»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento