menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terremoto in Emilia, Caritas partecipa alla ricostruzione di un asilo

Si tratta della “Scuola per l’infanzia Caduti per la patria” colpita duramente dal sisma, che l'onlus veronese aiuterà contribuendo a pagare i 280.000 euro per i lavori

È una scuola materna la prima opera che la Delegazione delle Caritas del Nordest ha finanziato con la raccolta per l’Emergenza terremoto in Emilia. Si tratta della “Scuola per l’infanzia Caduti per la patria”, duramente colpita dal sisma che ha interessato l’Emilia e parte del Veneto e Lombardia nel maggio scorso. 

Il terremoto ha compromesso le travi portanti dell’antico edificio risalente ai primi del secolo scorso, rendendo la struttura inagibile. La Scuola dell’infanzia, adesso, grazie al sostegno economico della Delegazione Nordest ha riaperto i battenti accogliendo i primi 60 bambini sui 130  iscritti. È possibile utilizzare inizialmente un modulo esterno alla struttura principale, adeguato alle attività didattiche, accanto un altro modulo abitativo che permette alle suore che coordinano la scuola di poter riprendere il loro posto vicino alla scuola. 

Intanto, proseguono i lavori di adeguamento antisismico del palazzo storico. I lavori stanno per concludersi e presto l’asilo tornerà alle maestre e ai bambini. La spesa complessiva impiegata dalle Caritas è di 280.000 euro. 

“È una prima tappa importante dell’impegno della nostra delegazione – conferma mons. Giuliano Ceschi, direttore della Caritas Veronese – un impegno reso possibile dalla generosità di molte persone che continuano a offrire supporto economico. La delegazione Caritas del Nordest sta verificando le eventuali esigenze abitative dei cittadini di San Felice e Camposanto dai quali attendiamo richieste per alcuni moduli abitativi destinati alle famiglie che ancora per alcuni mesi non potranno rientrare nelle loro abitazioni”. 

Prosegue anche il coordinamento sinergico tra la Delegazione delle Caritas del Nordest e le diocesi colpite dal sisma di maggio. Nei prossimi giorni a Modena ci sarà una riunione per fare il punto sui gemellaggi e sugli altri interventi Caritas in quelle aree. I fondi che continuano ad arrivare in Caritas Diocesana Veronese saranno impiegati per supportare tutte le attività della stessa Delegazione Triveneto in quell’area. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento