La cardiologia dell'Aoui di Verona offre consulenze telefoniche ai pazienti

Il direttore Flavio Ribichini: «Vogliamo essere di supporto ai pazienti cardiopatici di Verona che pur rimanendo a casa propria in una situazione delicata come questa possono sentire la voce dei loro cardiologi»

Foto di repertorio

Anche nel pieno dell'emergenza coronavirus, il reparto di cardiologia dell'azienda ospedaliera universitaria integrata di Verona vuole far sentire la sua presenza.

Come tutto il Paese, anche Verona sta vivendo momenti difficili. Il personale della sanità è al lavoro in prima linea nella tutela della salute e della sicurezza dei cittadini. Le attività ambulatoriali elettive sono sospese fino a quando sarà superata l'emergenza e per questo motivo La cardiologia dell'Aoui veronese ha dovuto ridurre drasticamente le visite cardiologiche, comprese anche quelle in libera professione. La cardiologia però è attiva e gli appuntamenti verranno riprogrammati con la ripresa delle normali attività.
Il direttore della cardiologia, Flavio Ribichini, ha però ricordato ai cittadini che i servizi di urgenza e le emergenze erogati dai cardiologi di Verona sono attivi al 100% e che nessuno deve trascurare sintomi compatibili con patologie cardiache acute come l'angina pectoris, l'infarto, le aritmie o altro. E, se indicata dal medico curante con carattere di urgenza, è possibile ottenere comunque una visita specialistica.

È molto importante che si evitino contatti diretti e per questo è imperativo restare a casa. I pazienti però non sono lasciati soli e a tal proposito la cardiologia dell'Aoui di Verona ha predisposto a partire da oggi, 23 marzo, un servizio di consulenza telefonica per i pazienti che abbiano bisogno di un consulto, un parere, un suggerimento terapeutico cardiologico.

Questo servizio - spiega il professor Ribichini - non sostituisce quello del proprio medico di medicina generale, ma vuole essere di supporto ai pazienti cardiopatici di Verona che pur rimanendo a casa propria in una situazione delicata come questa possono sentire la voce dei loro cardiologi.

Per informazioni aggiornate è possibile visitare il sito www.cardiovr.it. I contatti sono attivi dalle 8.30 alle 13.30, da lunedì a venerdì, senza necessità di passare dal centralino: per i pazienti della cardiologia di Borgo Trento, il numero da contattare è 045.812.2951; per i pazienti della cardiologia di Borgo Roma, i numeri sono 045.812.6190 (Amid Centro Scompenso Cardiaco) o 045.812.6324 (ambulatorio cardiologico).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • La zona "gialla plus" di Zaia peggio di quella arancione? Commercianti aperti, senza clienti

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Coronavirus, a Verona tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
VeronaSera è in caricamento