menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri di Colognola ai Colli

I carabinieri di Colognola ai Colli

Raggiunto da un'ordinanza, è già in carcere per aver cercato di estorcere soldi per la droga alla madre

Era stato arrestato il 18 gennaio dai carabinieri di Soave per tentata estorsione e violazione di domicilio aggravata e giovedì i colleghi di Colognola ai Colli gli hanno notificato un'altra misura restrittiva

Si trovava già ristretto l’istituto penitenziario di Montorio, ma nel pomeriggio di giovedì i carabinieri della stazione di Colognola ai Colli gli hanno notificato un'altra ordinanza di custodia cautelare. Il 27enne pregiudicato di Soave infatti, il 18 gennaio scorso era stato arrestato dai militari della stazione del suo Comune, in quanto ritenuto responsabile di tentata estorsione e violazione di domicilio aggravata.

Quel giorno a chiedere l'intervento delle forze dell'ordine tramite la centrale operativa dei carabinieri di San Bonifacio, era stata la madre del giovane, disperata per le continue vessazioni che avrebbe subito dal figlio, con lo scopo di ottenere denaro per l'acquisto di droga. In quell'occasione il giovane avrebbe scavalcato la recinzione perimetrale della casa della donna, a Monteforte d'Alpone, per prendere a pugni e calci la porta, pretendendo di entrare per ottenere i soldi necessari all'acquisto della dose.

Il nuovo provvedimento nei suoi confronti scaturisce invece dalla constatazione di più violazioni dell'obbligo di dimora nel comune di Verona che avrebbe commesso. La misura cautelare che gli era stata imposta dal Gip del tribunale scaligero, dopo che a settembre era stato arrestato sempre dai militari per resistenza a pubblico ufficiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'ospedale di Negrar si aggiunge ai centri di vaccinazione anti-Covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento