Rapina di Castelvecchio, il basista ai domiciliari. Riesame: "Torni in carcere"

Spetta ora alla Corte di Cassazione decidere se Francesco Silvestri dovrà tornare in carcere oppure potrà continuare godere ancora degli arresti domiciliari

I quadri rubati e poi riportati a Castelvecchio

Sarà la Corte di Cassazione a dover decidere se Francesco Silvestri dovrà tornare in carcere oppure potrà continuare godere ancora degli arresti domiciliari. Silvestri è stato condannato con rito abbreviato in quanto ritenuto il basista della banda che ha organizzato e realizzato la rapina di 17 quadri del museo di Castelvecchio nel novembre del 2015. Era lui la guardia giurata interna al museo, che ha agevolato il colpo dei rapinatori.

Francesco Silvestri prima era stato portato in carcere, poi gli sono stati concessi i domiciliari dalla Corte d'Appello, dopo aver riconosciuto le proprie responsabilità e aver risarcito in parte la dipendente di Castelvecchio colpita dai rapinatori e che nel processo si è costituita come parte civile. La decisione è stata contestata dal procuratore generale di Venezia e il Riesame ha accolto la contestazione. Ora, Silvestri si trova ancora ai domiciliari e sul suo destino si dovrà pronunciare la Cassazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le motivazioni dell'accoglimento da parte del Riesame sono state riportate da L'Arena. In sostanza, si ritiene che Silvestri abbia ammesso le proprie colpe solo per ottenere una pena più leggera e non perché realmente ravveduto dei propri errori. Inoltre il parziale risarcimento alla parte civile non sarebbe altro che un doveroso anticipo. Inoltre, il periodo che Silvestri ha passato in carcere è apparso modesto al Riesame, rispetto alla pena inflitta a Silvestri, la cui collaborazione per il ritrovamento dei quadri, infine, è stata ritenuta nulla dal Riesame.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • In vigore la nuova ordinanza di Zaia e per la prima volta si parla di sagre e discoteche

Torna su
VeronaSera è in caricamento