Cronaca

Carte di credito, Viacard, Telepass e carte carburante rubate: arresti e denunce a Verona

I carabinieri hanno intensificato i controlli per la settimana di Ferragosto e mettono in guardia i cittadini sul furto e/o clonazione di carte di credito, fornendo alcuni consigli per evitarlo

La settimana di Ferragosto è appena iniziata e con essa sono stati intensificati i controlli, nel centro storico e nella periferia, da parte dei Carabinieri di Verona, così da rendere maggiormente sicura la città in questo periodo.

Martedì scorso, i militari della Stazione di Verona Principale hanno rintracciato e tratto in arresto, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, un 59enne italiano per furto ed indebito utilizzo di carte di credito. Le indagini eseguite dall'Arma avrebbero permesso di scoprire che l'uomo, con piccoli precedenti per reati contro il patrimonio, tra aprile e maggio di quest’anno aveva avvicinato alcune persone in prossimità delle casse dei negozi o degli sportelli bancomat, a cui avrebbe sottratto le carte di credito: perlopiù si trattava di persone anziane e successivamente l'uomo effettuava prelievi di denaro o ricariche di carte prepagate a lui in uso. Ora si trova nel carcere di Montorio, dove trascorrerà la festa dell’Assunta.

I carabinieri della Nucleo Operativo e Radiomobile invece hanno individuato due camionisti dell’est Europa che, in seguito ad un controllo della circolazione stradale, sono risultati possessori di titoli di pagamento che risultavano oggetto di furto e per questo denunciati per ricettazione. I due, entrambi 40enni e dipendenti della stessa ditta, stavano utilizzando un telepass ed una Viacard rubate all’estero, così come le carte carburante con cui facevano il pieno agli automezzi. Gli accertamenti, resi particolarmente difficili dal fatto che sia la refurtiva che i possessori fossero stranieri, hanno permesso di interrompere un grave danno economico agli ignari proprietari dei titoli di pagamento.

Consigli

L’arresto e le denunce effettuate nel corso di questa settimana offrono ai carabinieri di Verona la possibilità di rinnovare alcuni pratici consigli, rivolti soprattutto alle persone più fragili che in questo periodo potrebbero ritrovarsi da sole, su come evitare di cadere vittime del furto e/o clonazione di carte di credito.
Per prima cosa viene ricordato, anche se può sembrare superfluo, di non custodire mai il codice PIN nello stesso borsello della carta di credito, così come occorre far attenzione alle persone che abbiamo vicino in occasione di pagamenti e prelievi bancomat. In particolare, se dovessimo notare persone sospette o troppo vicine nel momento in cui viene digitato il codice segreto è meglio interrompere l’operazione ed eseguirla in un secondo tempo, meglio con l’assistenza di un familiare. Inoltre in caso di smarrimento o del furto di carte di credito/debito, è necessario bloccarle immediatamente tramite la propria banca. In tutti i casi sospetti si consiglia sempre di chiamare il 112.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carte di credito, Viacard, Telepass e carte carburante rubate: arresti e denunce a Verona

VeronaSera è in caricamento