Moglie e figlia non agevolano arresto di un 77enne condannato a 10 anni

L'uomo di Peschiera del Garda aveva già scontato parte della pena accumulata dopo varie condanne. I restanti 7 anni e 8 mesi li passerà a Montorio, dove è stato accompagnato dai carabinieri

Carabinieri di Peschiera

Questa mattina, 24 ottobre, i carabinieri di Peschiera del Garda hanno arrestato un 77enne destinatario di un provvedimento di unificazione delle pene relative a precedenti condanne; provvedimento emesso dal Tribunale di Trento. Le iniziali del nome dell'arrestato sono M.W. ed era domiciliato a Peschiera.

L'uomo, in passato, ha accumulato pene fino ad un totale di 10 anni e 8 mesi di reclusione, di cui solo 3 già scontati. Pene che sono state emesse nel 2006 dal Tribunale di Venezia per reati fallimentari, nel 2010 dal Tribunale di Padova per il reato di ricettazione e dal Tribunale di Trento nel 2016 per i reati di truffa e ricettazione.

M.W. è stato rintracciato dai carabinieri nella sua abitazione di Peschiera, dove la moglie e la figlia non avrebbero reso facile l'esecuzione dell'arresto, mostrando un certa aggressività nei confronti dei militari. I carabinieri sarebbero però riusciti a calmare gli animi e a condurre il 77enne negli uffici della compagnia per le operazioni di arresto. Al termine di queste operazioni, l'uomo è stato portato nel carcere di Montorio dove dovrà scontare i rimanenti 7 anni ed 8 mesi di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento