menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bracconaggio ittico, 11 persone denunciate. Controlli anche nel veronese

I carabinieri hanno sequestrato più di una tonnellata di pesce tra l'Emilia-Romagna e il Veneto. E un'altra mezza tonnellata di pesce ancora vivo è stata reimmessa in acqua

Avrebbero usato veleni, corrente elettrica e altri metodi illeciti per pescare anche specie protette, uccidendo gli animali crudelmente e trasportandoli in cattive condizioni igieniche. Questo viene imputati agli 11 denunciati dai carabinieri forestali, nell'ambito dell'operazione "Carpe diem" riportata da BolognaToday. Oltre alle denunce, i militari hanno sequestrato più di una tonnellata di pesce tra l'Emilia-Romagna e il Veneto. E un'altra mezza tonnellata di pesce ancora vivo è stata reimmessa in acqua.

Anche la provincia di Verona risulta tra i territori controllati dai carabinieri in questa indagine volta a contrastare il bracconaggio ittico. Oltre a Verona, l'operazione ha toccato anche le province di Ferrara, Rovigo, Padova, Venezia, Bologna e Ravenna. E tanti i pescatori abusi scoperti dai forestali, pescatori di origine prevalentemente est-europea.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento