rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Rintracciati dai carabinieri: uno finisce in carcere, per l'altro ci sono i domiciliari

I militari hanno arrestato due persone in due diversi episodi: il primo è stato trovato nella zona di Gazzo e deve scontare una pena di sei mesi, il secondo ha violato la disposizione del giudice

Due persone sono state tratte in arresto dai carabinieri del Comando provinciale di Verona, che continuano a monitorare la situazione sul territorio per garantire la sicurezza dei suoi cittadini: nel primo episodio l'individuo doveva scontare sei mesi di pena, mentre nel secondo un uomo è tornato in carcere per non aver rispettato le prescrizioni relative al divieto di dimora in seguito ad un precedente arresto.

Il primo

Nella giornata di mercoledì, i militari della stazione di Gazzo Roncanova hanno dato esecuzione ad un'ordinanza emessa dalla Procura della Repubblica di Verona, a carico di un cittadino Italiano classe 1952 residente nella zona. Il provvedimento della detenzione domiciliare è stato applicato per insolvenza fraudolenta commessa nel 2014: con sentenza passata in giudicato, l'individuo dovrà dunque scontare una pena di 6 mesi tra le mura domestiche. 

Il secondo

I Carabinieri della Sezione Radiomobile di Verona hanno invece rintracciato ed arrestato un cittadino di origine tunisina classe '82. Già finito in manette per spaccio di sostanze stupefacenti e colpito dal provvedimento di divieto di dimora nella provincia scaligera, continuato a frequentare la città. La misura si è dunque aggravata ed è scattata la carcerazione, così, una volta rintracciato, è stato condotto a Montorio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rintracciati dai carabinieri: uno finisce in carcere, per l'altro ci sono i domiciliari

VeronaSera è in caricamento