menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carabinieri

Carabinieri

Denunciate dalla madre violenze fisiche e psicologiche: in carcere il figlio di 41 anni

Necessario l'intervento dei carabinieri: la prima denuncia della madre risale ad inizio febbraio

Nella serata di ieri, venerdì 12 febbraio 2021, i carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia di San Bonifacio, unitamente a quelli della Stazione di San Giovanni Ilarione, hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un italiano quarantunenne di San Giovanni Ilarione. Quest'ultimo, secondo quanto riferito dai militari dell'Arma, si sarebbe reso responsabile di «continui maltrattamenti nei confronti della madre settantenne e sua convivente».

Le indagini, spiegano sempre i carabinieri, sarebbero inizialmente scaturite a seguito di una «querela sporta dalla madre stessa ad inizio febbraio». La donna avrebbe infatti denunciato ai militari dell'Arma «le continue violenze psicologiche ed a volte anche fisiche» che sarebbe stata «costretta a subire da parte del figlio, in particolar modo nell’ultimo anno».

A seguito dei primi accertamenti, il tribunale di Verona aveva già emesso un'ordinanza di misura cautelare di allontanamento dalla casa familiare e di divieto di avvicinamento alla parte offesa. I carabinieri, tuttavia, spiegano che gli stessi inquirenti avrebbero accertato lunedì scorso come tale disposizione sarebbe stata violata dal figlio, il quale incurante del provvedimento a suo carico sarebbe rientrato presso l’abitazione.

Il figlio, secondo ciò che riferiscono i carabinieri, si sarebbe inoltre trovato «in stato di grave alterazione psicofisica verosimilmente dovuta all’assunzione di stupefacenti» ed avrebbe poi minacciato ed ingiuriato i presenti, «opponendo anche resistenza ai militari intervenuti sul posto». I carabinieri spiegano infine che, a seguito del nuovo e più grave provvedimento del tribunale di Verona, il quarantunenne nella giornata di venerdì è stato accompagnato presso l’istituto penitenziario di Verona Montorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento