Cronaca Caprino Veronese

Lotta alla droga: i carabinieri di Caprino sgominano rete di pusher scaligera

I militari dell'Arma rendono noto che, nel corso dello scorso anno, le indagini dirette dalla procura della Repubblica hanno portato all'arresto di una decina di persone responsabili di reati relativi al consumo e al traffico di stupefacenti

La lotta alla droga nel territorio scaligero non si ferma mai: sono sempre numerose, infatti, le operazioni che le forze dell'ordine provinciali portano avanti per arrestare il traffico e lo smercio di stupefacenti per le strade di Verona e provincia. Proprio all'interno di questa eterna crociata contro l'illegalità si va ad inserire anche la maxi operazione portata avanti dai carabinieri di Caprino Veronese, una serie di indagini che hanno portato all'arresto di una dozzina di persone.

UN ANNO DI LAVORO - Ha interessato infatti più di una cinquantina di persone l'indagine dei carabinieri di Caprino che ha portato a sgominare una rete di pusher attiva tra il basso lago e il veronese. Il lavoro degli investigatori è iniziato l'anno scorso dopo l'arresto di uno spacciatore marocchino. Punto di partenza per individuare non tanto un'organizzazione, ma una rete di spaccio molto ben avviata portata avanti da pusher di diverse nazionalità (ghanesi, dominicani, cubani, italiani e albanesi) tra il basso lago, il villafranchese, Bussolengo e la periferia di Verona. Quattordici le ordinanze di custodia cautelare di cui 12 eseguite: 6 degli indagati sono in carcere, gli altri si dividono tra domicliari e obbligo di firma. Nel corso dell'operazione sono stati recuperati circa 3 kg di hashish e 200 grammi di cocaina. Trentadue le persone segnalate alla prefettura per uso di stupefacenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta alla droga: i carabinieri di Caprino sgominano rete di pusher scaligera

VeronaSera è in caricamento