Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Santa Lucia e Golosine / Via Franco Maria Cattarinetti

Fuori controllo per il crack, crea il caos nel condominio ed evade dai domiciliari

Sono state le numerose segnalazioni giunte dai residenti della zona, a portare i carabinieri di Verona in via Cattarinetti nelle primissime ore di sabato: alla fine l'evaso è stato rintracciato poco distante ed arrestato

Tra i compiti dei carabinieri della sezione Radiomobile di Verona, figura anche quello di individuare chi non rispetta le disposizioni che l'Autorità giudiziaria gli ha imposto per essere stato sorpreso ad infrangere la legge. Compito che nella notte tra venerdì e sabato ha portato le forze dell'ordine a mettere le manette ai polsi di un uomo che già si trovava agli arresti domiciliari. 

Erano circa le 4 di sabato, quando alla centrale operativa dei carabinieri sono giunte numerose chiamate da parte di alcuni condomini di un palazzo di via Cattarinetti, in città. Segnalazioni che rispondevano tutte ad un’unica richiesta: fermare il trambusto creato da un residente che, fuori controllo, aveva svegliato tutti gli abitanti del quartiere, con urla e rumori di oggetti rotti.

L'intervento del personale della sezione Radiomobile è stato immediato e una volta giunti presso il condominio per capire cosa stesse accadendo, i militari hanno appreso che il protagonista di quella baraonda era un cittadino classe 1984, pregiudicato e in regime di arresti domiciliari proprio in un appartamento dell'edificio. 

Secondo quanto riferito dall'Arma, l'uomo avrebbe perso il controllo a causa dell’uso smodato di crack e avrebbe iniziato a litigare col fratello convivente, senza esimersi dallo spaccare porte e tutto quello che gli capitava a tiro: andati a vuoto tutti i tentativi da parte del parente per calmarlo, il pregiudicato ha continuato a creare caos nel vano scale, per poi uscire di casa nonostante il divieto imposto dall'Autorità giudiziaria scaligera. 

Sono partite immediatamente le ricerche dell'evaso da parte dei carabinieri, che lo hanno trovato a poche centinaia di metri dall’abitazione: dopo un primo tentativo di defilarsi dalla presa dei militari, l’uomo si è fermato ed è stato condotto presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale Carabinieri di Verona, in stato di arresto per il reato di evasione.

Sabato mattina, è comparso davanto al giudice per la celebrazione del rito direttissimo: convalidato il provvedimento e richiesti termini a difesa per il 15 settembre, è stata ripristinata la detenzione domiciliare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuori controllo per il crack, crea il caos nel condominio ed evade dai domiciliari

VeronaSera è in caricamento