Cronaca Negrar / Via Giuseppe Mazzini

"Un respiro per la fibrosi cistica": motogiro in scooter per sensibilizzare l'Italia

Eric Bouius, tecnico dell'Ansa, partirà lunedì 9 agosto da Negrar in sella di un cinquantino e percorrerrà tutte le regioni italiane, portando il suo messaggio di sensibilizzazione nei confronti di una malattia rara e poco nota

Prevista per domani lunedì 10 agosto la partenza da Negrar del motogiro "Un respiro per la fibrosi cistica". In sella a uno scooter 50 a quattro tempi, siederà Eric Bouius di 54 anni che lavora presso l'agenzia di stampa Ansa ed è appassionato di motori. Il progetto dell'impresa è di percorre tutte le regioni italiane sul suo "cinquantino" nell'arco di un mese, visitando tutte le sedi regionali dell'Ansa per circa 4.800 chilometri.

Il messaggio che Eric andrà portando, sarà una vera e propria campagna di sensibilizzazione nei confronti di una malattia rara e poco conosciuta ai più come la fibrosi cistica. Oltre al supporto che in questo modo Eric darà alla Lega italiana fibrosi cistica, il suo viaggio lo percorrerà nel nome di Paolo Castelli, un amico che lavorava per l'Ansa in Emilia scomparso recentemente. La pagina Facbook di Eric verrà costantemente aggiornata durante il tragitto, dalla partenza fino al 9 settembre prossimo quando è previsto il suo rientro. Come riporta l'Arena, è lo stesso Eric Bouius a spiegare l'importanza di tale iniziativa: "Nell'associazione Fibrosi cistica operano numerosi volontari con tanta abnegazione e risultati eccellenti, ma spesso purtroppo sono poco visibili dal punto di vista mediatico".

A queste parole vale sicuramente la pena aggiungere anche quelle, sempre riferite dall'Arena, di Eugenio Bertolotti presidente della Lifc in Veneto: "La fibrosi cistica è una malattia cronica, evolutiva e incurabile, ma se negli anni Settanta le aspettative di vita erano di dieci anni, oggi hanno raggiunto i 30 anni. In Italia sono quasi cinquemila le persone malate e circa 850 (il 20 per cento) viene curato nel nostro centro regionale veneto". Per contribuire all'operazione, lo stesso sindaco di Negrar ha fatto appositamente preparare e consegnato a Eric una copia dello stemma comunale.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un respiro per la fibrosi cistica": motogiro in scooter per sensibilizzare l'Italia

VeronaSera è in caricamento