Cronaca Centro storico / Via dello Zappatore

Prima udienza per il calcioscommesse. Coinvolti 13 ex di Hellas e Chievo

Vestono o hanno vestito i colori gialloblù i coinvolti nella maxi inchiesta della procura di Cremona, partita da una segnalazione dell'attuale collaboratore tecnico dell'Hellas, Zanchetta

Ieri si è svolta la prima di quella che si preannuncia essere una lunga serie di udienze per l'inchiesta calcioscommesse, che coinvolge sì nomi noti del calcio come Antonio Conte, Beppe Signori e Cristiano Doni, ma anche giocatori che vestono o che hanno vestito la maglia dell'Hellas o del Chievo Verona. A riportarlo è il quotidiano L'Arena, che pubblica anche i nomi dei gialloblù coinvolti, 13 in totale.

Gli sportivi coinvolti sono più di cento, ma solo su metà di loro pende l'accusa più grave, quella di aver costituito un'associazione che truccava le partite per vincere le scommesse. E tra le partite finite nel mirino della Procura di Cremona ce ne sono anche alcune di Hellas e Chievo, le due società si sentono però parti offese in questa vicenda.

Vicenda partita proprio dall'attuale consulente tecnico dell'Hellas, già giocatore del Chievo, Andrea Zanchetta, costituitosi parte civile. In una partita in cui vestiva la maglia della Cremonese ingerì senza saperlo insieme ai suoi compagni di squadra un sedativo, somministrato da uno dei capi dell'associazione. Il sedativo serviva per diminuire le prestazioni fisiche dei giocatori che avrebbero dovuto perdere quella partita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima udienza per il calcioscommesse. Coinvolti 13 ex di Hellas e Chievo

VeronaSera è in caricamento