Gli agenti lo fermano in piazza Renato Simoni lui li prende a calci e pugni

Gli agenti della polizia di Verona hanno arrestato un 24enne nepalese con l'accusa di violenza finalizzata alla resistenza e lesioni personali a pubblico ufficiale

(Foto di repertorio)

Ieri pomeriggio, 9 agosto, in piazza Renato Simoni, i poliziotti di Verona hanno fermato un 24enne nativo del Nepal per un controllo. Il giovane, senza alcun motivo, si sarebbe scagliato contro i poliziotti, sferrando calci e pugni. Durante la colluttazione, gli operatori sono riusciti a bloccare il giovane ed in seguito ad accompagnarlo in questura, dove è stato possibile identificarlo, dato che il ragazzo non aveva con sé documenti di identità.

Il 24enne nepalese è risultato in regola con il permesso di soggiorno ed in passato era già stato denunciato per reati analoghi. Gli agenti lo hanno arrestato con l'accusa di violenza finalizzata alla resistenza e lesioni personali a pubblico ufficiale. Le lesioni sono state riportate da un agente e sono state giudicate guaribili in cinque giorni.

Rinchiuso nelle camere di sicurezza della questura, l'arrestato è stato portato oggi in tribunale, dove il suo arresto è stato convalidato. Il giovane è stato rimesso in libertà, in attesa di un processo che si svolgerà l'8 gennaio prossimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

Torna su
VeronaSera è in caricamento