menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La polizia sequestra un deposito illecito di rifiuti a Cadidavid

Su un'area di circa 350 metri quadrati erano stati buttati e spianati scarti di cantieri edili, potenzialmente pericolosi per l'ambiente. Tre persone sono state segnalate all'Autorità Giudiziaria

La Polizia municipale ha sequestrato un’area privata in via Fracazzole, a Cadidavid, all’interno della quale erano depositati rifiuti, inerti e pericolosi, provenienti da lavorazioni edili e cantieri.

Segnalate all’autorità giudiziaria tre persone, nessuna della quali iscritte all’albo nazionale dei Gestori Ambientali, obbligatoria per tutte la fasi della gestione del rifiuto. Si tratta del proprietario dell’area e dei rifiuti e dei responsabili di altre due ditte che, al momento del sequestro, stavano caricando parte dei rifiuti su due autocarri, probabilmente per dar loro altra destinazione. Sull’area, di circa 350 metri quadri, erano stati depositati circa 35 metri cubi di materiale: non solo piastrelle, laterizi e cementi, ma anche isolanti vari e guaine catramate, considerati rifiuti pericolosi per le sostanze che possono rilasciare nell’ambiente.

Il sequestro, avvenuto venerdì della scorsa settimana, è stato convalidato dall’Autorità giudiziaria martedì scorso e notificato ieri alla proprietà. Sono stati gli agenti del nucleo specializzato di Polizia edilizia ad accorgersi del deposito, che aveva l’aspetto di essere definitivo visto che i rifiuti erano stati spianati e accomodati, forse in attesa di essere ricoperti da terra ed altri materiali. L’intervento è stato il risultato di due sopralluoghi effettuati dalla Polizia municipale, il primo giovedì 3 gennaio ed un secondo il giorno successivo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento