rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

Cadidavid, ancora cancelli chiusi alle cartiere

Miozzi: "La Provincia si far carico delle istanze dei lavoratori"

Il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità con 43 voti favorevoli l’ordine del giorno, presentato dal presidente del Consiglio comunale Pieralfonso Fratta Pasini e sottoscritto dai capigruppo di maggioranza e opposizione, relativo alla situazione di crisi dell’azienda Cartiera di Cadidavid che invita gli enti locali a sostenere i lavoratori e che segnala la problematica al Ministero per le Attività economiche.

L’ordine del giorno è stato presentato a seguito dell’incontro tra l’ufficio di presidenza dei Capigruppo e le rappresentanze sindacali unitarie aziendali della Cartiera di Cadidavid, che hanno espresso la loro preoccupazione per la situazione di crisi dell’azienda, che è chiusa da gennaio dello scorso anno.

“Sono 143 i lavoratori della cartiera di Ca’ David che da mesi non conoscono i destini della loro impresa: l’ultima mensilità che hanno percepito è relativa a novembre 2009. Famiglie in grave crisi economica, con ratei del muto in scadenza e gli impegni economici comuni ad ogni nucleo familiare” ha fatto sapere il segretario provinciale di Cisl Verona Massimo Castellani.

Il presidente della Provincia, Giovanni Miozzi, assieme all’assessore al lavoro, Fausto Sacchetto, ha incontrato una delegazione dei lavoratori, che da 15 giorni hanno attivato un presidio 24 ore su 24 davanti all’azienda. “La Provincia -ha spiegato Miozzi- si farà carico delle istanze dei lavoratori, intanto li abbiamo convinti a non adottare gesti disperati, sperando in una soluzione rapida e positiva della vicenda”.Miozzi si riferiva a quei lavoratori che avevano minacciato di salire sul tetto delle cartiere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cadidavid, ancora cancelli chiusi alle cartiere

VeronaSera è in caricamento