Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Isola della Scala

Sessantenne disarcionato dal cavallo, è in coma da tre giorni

Ha battuto la testa cadendo di sella, ora è mantenuto stabile attraverso i farmaci. I medici incerti sul da farsi: l'ematoma intracranico potrebbe portare ad una complessa operazione chirurgica

Una passeggiata domenicale finita molto male, un banale incidente che ha avuto conseguenze molto peggiori di quanto ci si potesse aspettare. Purtroppo a volte le passioni personali possono portare a rischi non indifferenti e ad esiti tragici, come nel caso recente dei due avioamatori rimasti uccisi in uno schianto. L'episodio che ha visto per protagonista un 67 enne e la sua figlia di 12 anni è una di quelle tragiche fatalità che, purtroppo, sono tanto difficili da prevedere quanto terribili da affrontare.

L'INCIDENTE - L'uomo, com'era sua abitudine, aveva portato la ragazzina con sé al centro “La passeggiata” di Isola della Scala, una struttura che alcuni amanti dell'equitazione gestiscono da diversi anni. Normalmente l'uomo accompagnava a piedi la figlioletta in arcione, ma domenica ha voluto salire in sella anche lui. Cavaliere non troppo esperto, il 67 enne aveva fermato l'animale per farlo abbeverare e, una volta ripartito, è stato disarcionato, finendo a terra e battendo la testa. Immediato l'intervento dei sanitari di Verona Emergenza, che l'hanno trasportato privo di conoscenza all'ospedale di Borgo Trento.

LA DIAGNOSI - L'uomo non ha più aperto gli occhi: da domenica è tenuto in coma farmacologico in attesa di ulteriori sviluppi. La diagnosi è ematoma intracranico e ora i medici stanno cercando di capire se il danno si potrà riassorbire o se sarà necessario operare chirurgicamente. Ai familiari, purtroppo, non resta altro da fare che sperare per il meglio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sessantenne disarcionato dal cavallo, è in coma da tre giorni

VeronaSera è in caricamento