menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Villa Vezza (Foto Gmaps)

Villa Vezza (Foto Gmaps)

Pescantina, irruzione nel Cas. Businarolo: "Atto intimidatorio da condannare"

La deputata veronese del Movimento 5 Stelle ha dichiarato che sull'accaduto chiederà lumi al prefetto Mulas: "Da chiarire anche la posizione della cooperativa, dato che al momento del fatto non risultava presente nemmeno un operatore"

Quanto successo a Villa Vezza rappresenta un atto intimidatorio che va condannato senza tergiversare.

È la deputata veronese del Movimento 5 Stelle Francesca Businarolo ad esprimere con queste parole la sua posizione su quanto accaduto al Cas di Pescantina che ospita un gruppo di richiedenti asilo. Due fratelli sono stati denunciati dai carabinieri dopo aver fatto irruzione nella struttura.

Quel Cas accoglie in netta prevalenza donne e bambini - aggiunge Businarolo - È preoccupante che ci siano persone che pensano di potersela prendere impunemente con loro. Se si è giunti a tanto è a anche a causa del clima tossico fomentato da certa politica, in un centro accoglienza che non ha mai creato problemi ai residenti della zona. Da chiarire la posizione della cooperativa, dato che al momento del fatto non risultava presente nemmeno un operatore. Su tutto quanto accaduto chiederò lumi al prefetto Salvatore Mulas.

L'amministrazione comunale di Pescantina ha espresso la propria solidarietà alle famiglie ospitate nel Cas e piena fiducia nelle forze dell'ordine e nella procura che dovranno accertare i fatti e sanzionare gli eventuali reati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento