menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bus per le gite scolastiche e mezzi pesanti nel mirino della polizia municipale

Nuove violazioni sono state riscontrate dagli agenti veronesi, che hanno fermato anche un furgone con targa polacca che effettuava trasporto internazionale di merci in conto terzi ed in modo abusivo verso la Polonia

Sono scattati in questi giorni nuovi controlli della polizia municipale su bus turistici e mezzi pesanti. 

Nell'ambito del progetto "Gite Serene", la squadra speciale per il controllo dell'autostrasporto nell'ultima settimana ha svolto alcune verifiche su 11 pullman in partenza per gite scolastiche, accertando a carico di tre di questi alcune violazioni: mancata registrazione dell'attività svolta dal conducente nei giorni precedenti, specchietto retrovisore esterno incrinato, due sedili con cinture di sicurezza non efficienti.
Altre verifiche sono state effettuate su 30 pullman di gite turistiche con meta Verona sia di stranieri che di italiani, senza che venissero riscontrate ulteriori violazioni. 

I controlli hanno riguardato anche il trasporto merci: domenica, all'interno del parcheggio di Verona Nord, gli agenti hanno fermato un furgone con targa polacca che effettuava trasporto internazionale di merci in conto terzi ed in modo abusivo verso la Polonia.
Durante il controllo, sono stati raccolti molti elementi che dimostrano il trasporto abusivo effettuato a favore di connazionali. Una donna aveva concordato il viaggio per sé, due valige e tre pacchi da Modena in Polonia, con varie tappe tra le quali Verona.
Al conducente, di nazionalità sempre polacca, è stata contestata la violazione alla normativa specifica che prevede una sanzione amministrativa di 2.000 euro nonché quella per uso diverso del veicolo, di fatto adibito a servizio di noleggio con conducente, che prevede il ritiro della carta di circolazione ed una sanzione di 169 euro.

Altri due mezzi pesanti sono stati inoltre multati durante le operazioni: un autoarticolato di nazionalità bulgara, che non aveva rispettato il divieto di transito su una strada con limitazione 7,5 tonnellate, ed un secondo di nazionalità tedesca, per il quale il conducente che non aveva rispettato il periodo minimo di riposo giornaliero. Quest'ultimo è stato sottoposto a fermo amministrativo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento