Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Piazza Brà

"ExtraVerona": il nuovo abbonamento che integra bus urbani e extraurbani

ATV ha annunciato a settembre, giusto in tempo per l'inizio dell'anno scolastico, l'entrata in vigore di un nuovo tipo di abbonamento ai trasporti pubblici, valido sia per le line extraurbane che per le tratte urbane

Con la riapertura delle scuole si avrà una piacevole novità per tutte le famiglie con figli studenti, residenti in provincia e che utilizzano quotidianamente i mezzi di trasporto pubblici. L’Azienda Trasporti Verona, ha infatti deciso che a partire dal 1 settembre tutti coloro che utilizzeranno gli autobus per muoversi da o verso Verona, avranno l’opportunità di munirsi del nuovo abbonamento “ExtraVerona”.

Quest’ultimo è stato pensato proprio per consentire al suo titolare, di viaggiare oltre che lungo la tratta della linea extraurbana prescelta, anche per tutta la rete urbana della città di Verona. Fino ad oggi le cose funzionavano diversamente, poiché chi possedeva un abbonamento “ExtraMover”, per poter utilizzare i mezzi del circuito urbano doveva necessariamente dotarsi del supplemento “Integro”, per una spesa supplementare al mese di 12 o 15 euro, a seconda che si trattasse rispettivamente di uno studente o di un lavoratore. D’ora innanzi invece, sarà possibile grazie al nuovo abbonamento per chiunque abbia come partenza o destinazione Verona, muoversi liberamente anche all’interno del tessuto urbano, a fronte peraltro anche di un risparmio economico rispetto all’acquisto dell’“Integro”.

Sul tema, così come riferisce l’Arena, è intervenuto anche il presidente di ATV Massimo Bettarello: “È una novità che potrebbe sembrare di relativa importanza, ma che in realtà è di grande valore perché punta a creare un cambiamento di mentalità nell’utilizzo dei mezzi pubblici: dare accesso anche alla rete urbana, ad un prezzo molto contenuto, significa incentivare concretamente i cittadini a prendere in considerazione tutte le opportunità offerte dal servizio di trasporto pubblico. Un servizio che, va ricordato, negli ultimi anni abbiamo notevolmente ampliato e reso più capillare. Se a questo si aggiungono gli interventi di potenziamento e regolarizzazione degli orari su numerose linee in ambito suburbano, già programmati per settembre, credo che molti residenti nelle zone di cintura di Verona, fatti i conti, troveranno più comodo e vantaggioso scegliere l’autobus e si convinceranno a lasciare l’auto in garage”.

Su questa linea si è espresso anche Stefano Zaninelli, direttore generale di ATV, il quale come riportato dall’Arena, ha ricordato che “già dal 2010 abbiamo dato la possibilità agli utilizzatori del biglietto extraurbano di completare il proprio viaggio in città con i mezzi urbani, entro un certo tempo. Ora, grazie al via libera da parte della Provincia all’estensione della validità degli abbonamenti extraurbani in ambito urbano, possiamo rendere veramente efficace l’integrazione del trasporto città/provincia, con il vantaggio non solo di ampliare l’offerta del servizio, ma anche di tenere meglio sotto controllo l’evasione tariffaria”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"ExtraVerona": il nuovo abbonamento che integra bus urbani e extraurbani

VeronaSera è in caricamento