Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

ATTENTATO A BOSTON: Esplodono due bombe alla maratona, anche un veronese tra gli iscritti

Un terrificante attacco terroristico ha sconvolto l'America, quando una serie di esplosioni ha lacerato il clima di festa per la gara podistica più antica del Paese. Anche cittadini scaligeri tra gli iscritti alla competizione, al momento la loro condizione resta ignota, ma non dovrebbero essere tra le vittime

Una giornata di festa trasformata in un incubo, lo spettro del terrorismo che si riaffaccia prepotente in un giorno dedicato alla gioia e alla celebrazione dei valori dello sport e dell'uguaglianza. Due esplosioni hanno distrutto la quiete al traguardo della maratona di Boston nella centralissima Copley Square. E' di almeno tre morti e di oltre 64 feriti il bilancio provvisorio delle due bombe fatte esplodere nei pressi del traguardo della maratona più antica d'America alla quale avrebbe partecipato anche un corridore veronese, lo scaligero Simone Curi. I cittadini scaligeri presenti alla competizione per il momento non risultano essere tra i decessi, ma non si è ancora sicuri al cento per cento della loro sorte: i feriti sono infatti moltissimi, e in tanti presentano traumi gravissimi. Oltre ai corridori c'è molta apprensione anche per le eventuali famiglie presenti tra la folla, così come per possibili turisti in visita. Mentre la Farnesina e il consolato italiano hanno mobilitato le unità di crisi si teme che anche alcuni italiani possano essere rimasti coinvolti nelle detonazioni.

IL VIDEO DELL'ESPLOSIONE TRASMESSO DAL BOSTON GLOBE

SOSPETTI E CAOS - Secondo il New York Post un sospetto di nazionalità saudita sarebbe stato fermato: ferito, si troverebbe al momento sotto sorveglianza in un ospedale della città. La notizia di una persona fermata per le esplosioni avvenute a Boston è stata confermata da Fox News che cita fonti investigative ma al momento non parla di nazionalità saudita come il New York Post. Il presidente Usa, Barack Obama, é stato informato dai suoi collaboratori delle esplosioni di Boston. Il vicepresidente, Joe Biden, era in una conference-call quando è stato informato delle esplosioni a Boston. "E' stata accesa la televisione nel mio ufficio e apparentemente c'é stato un attentato. Non conosco alcun dettagli o quali ne siano le cause", ha affermato Biden citato dalla Ap. La polizia di Boston ha bloccato le comunicazioni dei telefoni cellulari in città per prevenire il rischio che un telefonino possa provocare esplosioni a distanza. I ponti di Boston sul fiume Charles sono stati chiusi. Dopo le due esplosioni avvenute vicino al traguardo della maratona lo spazio aereo su Boston è stato chiuso dalle autorità. Chiusa anche una delle principali linee della metropolitana. Nella zona delle due esplosioni sono state trovate altre due bombe inesplose, che sono state fatte brillare. Lo rende noto la Ap.

IL DISCORSO DEL PRESIDENTE OBAMA

ALLERTA NAZIONALE - Scatta l'allerta anche a Washington dopo le esplosioni a Boston: la zona davanti la Casa Bianca, lungo la Pennsylvania Avenue, è stata chiusa al traffico pedonale. Massima allerta anche a New York dopo le esplosioni alla maratona di Boston. Il vice capo della polizia, Paul Browne, ha annunciato un rafforzamento delle misure, col dispiegamento di pattuglia anti terrorismo nei luoghi simbolo di Manhattan e davanti ai principali alberghi. Scene di terrore e di panico tra il pubblico. A mostrarlo sono alcune immagini trasmesse dalle tv americane al momento di una delle esplosioni avvenute vicino al traguardo della maratone di Boston. Le immagini TV mostrano come al momento delle esplosioni alcuni atleti che stavano per tagliare il traguardo e alcuni fotografi cadere in terra, mentre dietro si alza una nuvola di fumo intenso dalla quale dopo pochi secondo esce una folla di persone in fuga. Parte delle tribune dove era assiepato il pubblico è andata distrutta. Una reporter di una tv locale del New England vicina al luogo dell'esplosione verificatasi al traguardo della maratona di Boston ha visto una delle vittime che ha perso entrambe le gambe. "Ero così vicina, è stato spaventoso. Ho sentito la forza dell'esplosione. La gente scappava. Ho visto vittime proiettate dappertutto", ha detto Jackie Bruno della Necn.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ATTENTATO A BOSTON: Esplodono due bombe alla maratona, anche un veronese tra gli iscritti

VeronaSera è in caricamento