Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Brenzone / Strada Regionale 249

Isola del Trimelone, mercoledì è il "bomba day": circa 400 cittadini da evacuare a Malcesine e Brenzone

Le indicazioni della Prefettura per il disinnesco di un ordigno bellico della Seconda guerra mondiale: chiude la Gardesana e navigazione interdetta sulle acque del lago di Garda

Alle ore 7.30 di mercoledì 13 ottobre, il Centro Coordinamento Soccorsi (C.C.S.), istituito in Prefettura, darà inizio alle operazioni di disinnesco dell’ordigno bellico da 500 libbre rinvenuto nel mese di giugno nelle acque del lago di Garda adiacenti l’Isola del Trimelone e immediatamente posto, dai subacquei del Gruppo Operativo Teseo Tesei della Marina Militare, in una zona lacuale di sicurezza, interdetta alla navigazione. Questo quanto convenuto all’esito dell’incontro presieduto dal Prefetto Donato Giovanni Cafagna con i Sindaci e le componenti Istituzionali ed aziendali interessate, sulla base delle indicazioni tecniche fornite degli artificieri dell’8° Reggimento Genio Guastatori Folgore di Legnago.

Le operazioni di disinnesco dell’ordigno, complessivamente articolate dalle ore 6 alle ore 13 della mattina di mercoledì 13 ottobre, comporteranno preliminarmente, l’evacuazione, a decorrere dalle ore 6, di circa 400 residenti nei Comuni di Brenzone e Malcesine, il cui territorio rientra parzialmente nel raggio di evacuazione totale di 826 metri dal punto attuale di stoccaggio dell’ordigno. Dalle ore 9 alle ore 13 sulla SR 249 Gardesana orientale nel Comune di Malcesine, frazione Cassone e nel Comune di Brenzone sul Garda, frazione Porto, sarà sospesa la circolazione, mentre dalle ore 8 alle 9, terminate le operazioni di sgombero della popolazione, seguirà il controllo della zona da parte delle forze dell’ordine per permettere il puntuale inizio delle fasi di despolettamento.

Per tutta la durata delle operazioni di disinnesco dell’ordigno nonché per il tempo successivamente necessario al trasporto dello stesso, dalle ore 9 alle ore 18, è prevista l’interdizione della navigazione sul Lago di Garda. I cittadini residenti nella zona da evacuare saranno puntualmente informati dalle rispettive Amministrazioni comunali – che costituiranno i rispettivi C.O.C. - mediante capillare divulgazione delle notizie necessarie. Quanti non dispongono di sistemazioni autonome potranno trovare accoglienza presso il complesso scolastico di Brenzone. Eventuali disabili e anziani non autosufficienti potranno essere accolti presso il pronto soccorso di Malcesine. Le persone in eventuale isolamento fiduciario o quarantena saranno destinatarie, laddove presenti, di un piano sanitario di assistenza.

Poco significativo, a fronte della complessità organizzativa dell’operazione, l’impatto sulla circolazione e sui trasporti, in quanto l’area di sgombero non è attraversata da linee ferroviarie o arterie stradali di rilevanza nazionale e strategica. Per la durata delle operazioni di disinnesco, sopra la zona interessata sarà interdetto lo spazio aereo. L’ordigno, una volta reso inoffensivo, sarà trasportato da un mezzo militare, per il brillamento, in sito idoneo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isola del Trimelone, mercoledì è il "bomba day": circa 400 cittadini da evacuare a Malcesine e Brenzone

VeronaSera è in caricamento