Cronaca Borgo Trento / Via Alfredo Cappellini

Bomba day concluso con qualche disagio: ordigno disinnescato e centro riaperto

Le operazioni sono terminate alle 12.08, dopo che l'inizio è stato rimandato durante la mattinata per consentire la fine delle operazioni di evacuazione del centro storico

Sono terminate le operazioni per il disinnesco dell'ordigno bellico rinvenuto all'ex Arsenale: la Protezione civile comunica che è consentito il rientro nelle proprie abitazioni. Per agevolare gli spostamenti, la Ztl rimane ad accesso libero fino alle ore 16.

Questa mattina però le operazioni di evacuazione hanno visto qualche momento di incomprensione e disagio: in molti infatti non avevano compreso che i varchi d'accesso alla città sarebbero stati chiusi alle 8, così protezione civile e polizia municipale hanno dovuto discutere con alcuni automobilisti che intendevano entrare nella zona rossa per recuperare familiari e anziani. Alle 8.10 quindi è arrivato il contrordine: varchi aperti fino alle 8.45 per permettere l'evacuazione del centro storico ed evitare che la situazione degenerasse. Come se non bastasse, sono state fermate vicino a piazza Brà alcune comitive di turisti, in particolar modo asiatici, che intendevano visitare la città. 
Intanto i droni delle forze dell'ordine pattugliavano la città dall'alto, controllando che le strade fossero sgombre. Ma molta gente non era ancora riuscita ad allontanarsi dalla zona rossa, così le operazioni di disinnesco sono iniziate in ritardo, alle 10.57, per concludersi poi alle 12.08. 
Grossi problemi traffico si sono registrati in via Mameli, con le auto in colonna fino al posto di blocca e la viabilità in tilt a Ponte Crencano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba day concluso con qualche disagio: ordigno disinnescato e centro riaperto

VeronaSera è in caricamento