Cronaca Via Piave

Bocconi killer lungo l'Adige. Venerdì scorso l'ultimo episodio, torna l'incubo ad Albaredo

Un segno d'inciviltà che colpisce tanto gli animali selvatici, quanto quelli domestici. L'ultima vittima si chiamava Jack. Il Comune ha provato ad arginare la piaga, ma con la caduta della giunta il progetto si è spento

Un incubo senza fine per gli abitanti di Albaredo. I bocconi avvelenati tornato a colpire e venerdì scorso un altro cane ha perso la vita. Jack, un cucciolotto di 18 mesi, era fuori con i suoi padroni, per una passeggiata lungo l’Adige, quando trova fra l’erba qualcosa da mangiare. Al rientro a casa, Stefano Tadiello, questo il nome del padrone, nota subito che qualcosa di strano nel comportamento dell’animale: “Jack indietreggiava, sembrava come in preda alle allucinazioni. Poi ha iniziato a sbavare copiosamente, è caduto a terra, tremante per gli spasmi, ha lanciato due forti lamenti ed è morto in brevissimo tempo. Una scena straziante” spiega in lacrime Tadiello. Il cane è stato poi trasportato dal veterinario che, dopo una visita approfondita, ha giudicato la morte avvenuta per avvelenamento. Il figlio del proprietario ha pianto per due giorni, tanto che la famiglia ha già deciso di adottare un nuovo cucciolo.

Ma questo è solo l’ultimo di altri episodi simili verificatisi in queste zone. A Pasquetta, un padrone è riuscito a salvare in extremis la sua bestiola facendola vomitare con il sale. Ad inizio anno sono stati denunciati alla Polizia locale altri due decessi di cani rimasti intossicati. In passato è stata vagliata l’ipotesi dei cani molecolari, animali appositamente addestrati per individuare i bocconi killer, ma poi si è fermato tutto, anche a causa della caduta della Giunta Conti. “Noi siamo pronti a riprendere, qualora l'amministrazione lo volesse”, annuncia il preparatore di cani da ricerca Roberto Zampieri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bocconi killer lungo l'Adige. Venerdì scorso l'ultimo episodio, torna l'incubo ad Albaredo

VeronaSera è in caricamento